Quando l'auto si trasforma in tela: tra le strade di Bari gira la 'Panda astrattista'. La creatrice: "Ne realizzerò un'altra"

La 20enne barese Silvia Onesti ha dipinto le fiancate della sua auto nel 2016 realizzando la 'Pandisky', per poi venderla a un amico. Da anni si diletta a fare arte su superfici e con materiali particolari

È barese la vecchia Fiat Panda con la carrozzeria multicolore e linee che ricordano i grandi maestri astrattisti. Uno fra tutti viene ricordato dai libri di Storia dell'arte, Vasilij Kandinskij; ed è probabile che sia proprio lui ad aver ispirato la 20enne barese - attualmente di stanza a Valenzano - Silvia Onesti per la realizzazione della sua 'macchina d'arte'. D'altronde il richiamo è netto anche nel nome che capeggia sulla fiancata della vettura: Pandinsky, un crasi che non lascia spazio a dubbi.

46081772_2172742906122238_3252753491185106944_n-2

Il nuovo progetto

A molti sarà capitato di vederla scorrazzare nelle scorse settimane nella zona della Facoltà di Economia, questo perché la particolare Panda non è più in mano alla proprietaria. Silvia l'ha infatti venduta per replicare il suo progetto su una vettura più 'moderna', una Peugeout 206.

45869398_1830963007029622_3908473973695840256_n-2

Non senza difficoltà: "Un sacco di persone, da quando la misi in vendita, vennero a vederla - racconta l'artista - ma nessuno era sicuro di voler guidare una macchina così audace". Sorride mentre racconta l'aneddoto; sa bene anche lei che un'opera d'arte in movimento non è facile da gestire. "L'ho venduta a un ragazzo che ha preso la patente da poco, di certo ha fegato - il commento di Silvia, prima di abbandonarsi a una nuova risata - Ogni tanto la vedo sfrecciare nella zona universitaria o a Poggiofranco, mi fa molto piacere che la stia utilizzando".

Di certo quello della Pandinsky è un progetto che ha avuto molto a cuore. La realizzazione, infatti, risale a fine 2016, quando ancora Silvia non era patentata e con il padre si è voluta creare una prima macchina speciale.

La passione per l'arte

E la Pandinsky non è la prima opera particolare realizzata dalla Onesti, che sembra preferire superfici e materiali particolari per dare forma alla sua arte: in casa ha infatti quadri realizzati con tubi di ferro e vecchie schede madri di computer, oppure scarti di segatura metallica che trovano nuova vita una volta posizionati sul polistirolo. "A dire il vero quella dell'arte - ricorda - oltre che una passione è un hobby. Non frequento l'Accademia delle belle arti, né ho mai fatto corsi di pittura".

46028766_1436935316450936_6079068544362872832_n-2

Insomma un'autodidatta, senza la paura di sbagliare e con la volontà di esplorare nuove strade artistiche. "La mia - conclude - è pura voglia di dipingere e passione per la creazione di disegni, auto colorate , quadri e qualsiasi superficie si presti a diventare artistica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

46079734_505335613279461_6016914440534884352_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento