Al via le iscrizioni per l'albo degli scrutatori: "Posti riservati per disoccupati e persone disabili"

A darne notizia è il consigliere Caradonna. Il 66 per cento degli scrutatori sarà scelto tra chi è senza lavoro o ha una disabilità, la restante parte sarà sorteggiata tra gli iscritti

Al via le iscrizioni per l'albo degli scrutatori del Comune di Bari, da cui saranno selezionati gli scrutatori per le prossime elezioni in programma nel 2019. A fornire le informazioni necessarie è il consigliere di opposizione Michele Caradonna, che ha indicato tutti i requisiti per potersi iscrivere nell'unica finestra temporale disponibile (novembre).

Come iscriversi

Per iscriversi è necessario essere maggiorenni e risiedere a Bari, come indicato anche nella pagina online con i requisiti. La procedura - "sensibilmente snellita" assicura il consigliere - può essere fatta sia in Comune, ma anche on-line attraverso il sito del Comune di Bari o tramite il portale egov.ba. Le domande possono essere inoltrate entro il 30 novembre.

Posti riservati per disabili e disoccupati

Il sorteggio degli scrutatori avverrà solo ed esclusivamente tra le persone iscritte all’albo, con alcune importanti indicazioni: il 33 per cento sarà selezionato tra coloro che sono anche iscritti all’elenco dei disoccupati e/o inoccupati del centro per l’impiego di Bari, mentre un altro 33 per cento dei selezionati è stato selezionato (su richiesta di Caradonna) alle persone con disabilità che per rientrare nella quota di riserva dovranno essere iscritte contestualmente nell’elenco dell’ufficio collocamento obbligatorio legge 68/99 ed essere iscritte nell’albo degli scrutatori del Comune di Bari. La restante parte sarà sorteggiata tra gli iscritti all'albo che non fanno parte delle due categorie.

"Si tratta di una piccola opportunità che, al di la dell’utilità sotto il profilo economico per il piccolo compenso riconosciuto, è importante soprattutto dal punto di vista della inclusività sociale - spiega il consigliere - Purtroppo ci sono persone che attendono da anni un inserimento lavorativo e che pur facendo parte della famosa graduatoria delle categorie protette di fatto il loro diritto al lavoro non viene garantito ma rinviato a volte per decenni"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento