menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'avvocato La Scala lascia la guida di Penelope Onlus: "Decisione sofferta ma inevitabile"

Dopo cinque anni il penalista barese lascia la guida dell'associazione che riunisce i familiari delle persone scomparse, ma l'impegno sociale continua con l'associazione Gens Nova

"Dopo cinque lunghi anni di intenso lavoro alla carica di Presidente nazionale dell'associazione Penelepe Italia Onlus vi comunico che, al termine del Consiglio Direttivo Nazionale appena conclusosi, non sarò più il presidente".

Così l’avvocato Antonio Maria La Scala annuncia di aver lasciato la guida dell’associazione Penelope Onlus, che riunisce i familiari delle persone scomparse.

Cinque lunghi anni al fianco di persone in cerca di un aiuto dalle istituzione che tante volte tarda ad arrivare, "ho incontrato tanti volti, storie e tante lacrime in giro per l’Italia, purtroppo condivise con chi non ha più un figlio, un marito o una moglie". "Chi dimentica cancella, noi non dimentichiamo. E’ questo il motto che accompagna l’associazione nella tante battaglie, molte vinte grazie ud un team leale e preparato, che non  mi ha mai fatto sentire solo. Un’associazione senza scopo di lucro che persegue e continuerà a farlo, il fine esclusivo della solidarietà sociale, della promozione della persona e della sua dignità, della pace, della legalità e della giustizia sociale".

"Al mio posto - prosegue La Scala - è subentrato temporaneamente il Vice Presidente nazionale Vicario Francesco Farinella. A lui auguro un buon lavoro nella speranza che quanto fatto sinora sia solo l'inizio di un percorso che restituisca verità e giustizia a tutti i familiari delle persone scomparse. Come uomo e come avvocato sarò sempre al fianco di tutti voi. Grazie per la stima, la fiducia e soprattutto il sostegno morale accordatomi. W Penelope Italia unitamente a tutti i suoi soci e simpatizzanti".

Ma l'impegno di La Scala non si ferma e l’avvocato annuncia subito una nuova sfida alla guida dell’associazione Gens Nova. "E’ un’associazione viva sul territorio da 15 anni ed ora è arrivato il momento di combattere anche in ambiti come il cyberbullismo, stalking e tanto altro".

Sfide che l’avvocato e l’associazione hanno già intrapreso da anni. Sono noti i fatti di cronaca riportati da tutte le testate giornalistiche come il caso dei pedofili allo Stadio San Nicola, San Girolamo, ma anche le numerose vicende per la tutela delle donne vittime di stalker, o di violenze di genere.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento