Attualità

Da Palese a Torre a Mare, in arrivo per l'estate 10 nuove postazioni per bagni chimici sul litorale di Bari

Saranno operative fino al prossimo 31 agosto. Si tratta di 30 bagni con postazioni formate da 3 servizi igienici per uomo, donna e disabili. Nel dettaglio 6 gruppi saranno installati a Santo Spirito, 9 a Palese, 6 a San Cataldo e San Giorgio e 3 a Torre a Mare

Dieci nuove postazioni con chimici saranno allestite in questi giorni sul litorale di Bari e saranno operative fino al prossimo 31 agosto. Si tratta di 30 bagni con postazioni formate da 3 servizi igienici per uomo, donna e disabili. Nel dettaglio 6 gruppi saranni installati a Santo Spirito, 9 a Palese, 6 a San Cataldo e San Giorgio e 3 a Torre a Mare.

Ad aggiudicarsi il servizio di “noleggio, posa in opera, manutenzione, gestione manufatti igienici ecologici” per l’estate 2021 è stata la Sebach S.p.a., che si servirà del proprio concessionario di zona per provvedere, due volte al giorno, alla pulizia, sanificazione e rifornimento dei servizi igienici, per un appalto da circa 41mila euro (iva esclusa)

“Dopo un anno difficile come quello trascorso - commenta l'assessore cittadino all'Ambiente Pietro Petruzzelli -, già da alcune settimane i baresi si stanno riversando sulla costa per trascorrere qualche ora al mare. È questa la ragione per cui abbiamo anticipato le operazioni di allestimento dei bagni chimici, che da domani saranno a disposizione di tutti i cittadini.  Quanto al posizionamento dei blocchi, abbiamo aggiunto una postazione nei pressi della spiaggetta di San Cataldo, mentre il waterfront di San Girolamo non rientra in questo appalto perché stiamo provvedendo a dotarlo di bagni e docce con un’altra procedura. Come ogni anno, mi auguro che i bagnanti utilizzino i servizi igienici nel rispetto delle regole più elementari del vivere civile, e che i vandali girino al largo, perché se garantire servizi alle persone che frequentano i tratti pubblici del nostro litorale è un atto dovuto, dover sostenere costi extra per ripetuti interventi di ripristino o di pulizia straordinaria rappresenta un danno alla collettività e al diritto di tutti di vivere il nostro bellissimo mare. A maggior ragione quest’anno in cui al concessionario abbiamo chiesto un doppio passaggio quotidiano di pulizia e sanificazione delle postazioni con l’obiettivo di offrire un servizio sempre migliore” conclude Petruzzelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palese a Torre a Mare, in arrivo per l'estate 10 nuove postazioni per bagni chimici sul litorale di Bari

BariToday è in caricamento