menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Manzoni (Immagine di repertorio)

Via Manzoni (Immagine di repertorio)

Nuove attività commerciali con il bando D_Bari, via libera per i primi due progetti: un bar a Japigia e un pastificio al Libertà

La misura da complessivi oltre 2.4 milioni di euro consente l'apertura di nuove realtà micro-imprenditoriali nel settore del commercio, dell’artigianato e dei servizi nelle aree target dei programmi di rigenerazione urbana del Comune di Bari

Sono state finanziate le due prime attività ammesse al bando D_Bari, la misura da oltre 2.4 milioni di euro che consente l'apertura di nuove realtà micro-imprenditoriali nel settore del commercio, dell’artigianato e dei servizi nelle aree target dei programmi di rigenerazione urbana del Comune di Bari.

I il primo progetto riguarda il  Pastificio Albano, che si insedierà nel quartiere Libertà potendo contare su un contributo di 50.000 euro (40.000 euro quale contributo finanziario a fondo perduto - conto investimenti - e 10.000 euro quale contributo finanziario sulle spese di gestione - conto esercizio). la seconda attività, invece, denominata “Manghe la vocc a da’ apri”, riguardera bar che sorgerà nel quartiere Japigia grazie a un finanziamento a fondo perduto nella misura del 50% sul totale delle spese di investimento ammissibili, pari a € 31.375 euro, e un contributo finanziario del 100% sulle spese di gestione ammissibili, da sostenere nei primi 12 mesi, pari a 10.000 euro. I due esercizi commerciali prevederanno assunzioni di personale. 

“Queste sono le prime due attività che stiamo finanziando - spiega Carla Palone - mentre sono in fase avanzata di istruttoria altri 12 progetti per i quali presto procederemo con l’erogazione dei fondi. Con questo bando stiamo sostenendo concretamente quanti intendono avviare un’attività commerciale che sia sostenibile e che abbia margini di economia e sviluppo. Per questo prestiamo particolare attenzione alla fase di verifica della proposta e siamo impegnati nel processo di affiancamento nelle fasi di start up dell’impresa, affinché neanche un euro del contributo pubblico vada perso. Continueremo a seguire da vicino tutte le attività in fase di avvio e nei prossimi dodici mesi apriremo una fase di ascolto con gli operatori commerciali e le associazioni di categoria per verificare l’efficacia di questi finanziamenti e le possibilità di tarare eventuali nuovi bandi in linea con le nuove modalità del commercio e i nuovi insediamenti abitativi. Mi fa molto piacere che l’attività proposta per Japigia sia apra a ridosso del nuovo mercato coperto, segnale questo che si va delineando pian piano una strategia complessiva dove ogni tassello genera valore per il contesto circostante”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento