Attualità

Tasse e baratto amministrativo, pubblicato il nuovo bando: "Aperto anche ai commercianti baresi"

Potranno accedere al 'beneficio' i cittadini singoli o associati secondo forme stabili e giuridicamente riconosciute, titolari di una propria distinta posizione tributaria per un importo annuale non inferiore a 80 euro

E' stato pubblicato, sul sito istituzionale del Comune di Bari, il nuovo bando per il Baratto Amministrativo, la possibilità, per i cittadini, di offrire una prestazione di pubblica utilità a fronte di una riduzione, esenzione o pagamento di una tassa comunale. Potranno accedere al 'beneficio' i cittadini singoli o associati secondo forme stabili e giuridicamente riconosciute, titolari di una propria distinta posizione tributaria per un importo annuale non inferiore a € 80 (invece dei 300 previsti nella fase di precedente sperimentazione), limitatamente all’annualità di competenza in cui il baratto viene proposto.

Le aree per le quali sarà possibile svolgere la prestazione, riguardano la pulizia, il decoro del verde pubblico e dei giardini nell’ambito del territorio comunale, ma anche la cura e il recupero dei beni comuni, tra cui manutenzione delle aule e delle palestre degli edifici scolastici comunali. 

"Con l'adozione del nuovo bando e con la rivisitazione della modulistica da parte del direttore della Ripartizione Tributi, - spiega l’assessore al Bilancio Alessandro  D’Adamo – saremo in grado di offrire ai cittadini baresi, che vivono un momento di difficoltà, un’opportunità concreta per mettersi in regola con la propria situazione contributiva in maniera alternativa al pagamento dell’imposta, e ciò anche per importi più esigui rispetto al passato. In questo modo si instaura una sorta di patto tra cittadini e amministrazione nella logica della sussidiarietà virtuosa che assicura ad entrambi i soggetti coinvolti il rispetto dei propri doveri con un risultato positivo per la collettività che viene risarcita, rispetto alla mancata entrata fiscale, con la cura di un bene pubblico di cui è fruitore"

“La nuova formula del baratto amministrativo che proporremo ai cittadini sarà aperto anche alle attività commerciali baresi - spiega l’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone -. In questi mesi ci siamo interrogati su quali strumenti potessero aiutare i commercianti baresi alle prese con le spese e gli impegni quotidiani e crediamo il baratto amministrativo possa rappresentare una opportunità importante per loro. Facendo squadra, potranno sostenere un progetto di “baratto” che garantirà loro di avere una sgravio sulle imposte e allo stesso tempo migliorare i luoghi e le condizioni in cui lavorano. I commercianti di una determinata zona, in quanto cittadini baresi, potranno proporre la "presa in cura” di nuovo verde cittadino nell'ambito della stessa zona in cambio di uno sconto sulla Tari o decidere di allestire una strada con le luminarie, nei periodi di festa come quello che ci accingiamo a vivere e vedersi ridurre l’imposta di occupazione di suolo pubblico e via discorrendo. Questo è un modo per sostenere il commercio di prossimità e allo stesso tempo stimolare le attività a fare squadra, creando tante piccole comunità commerciali che si mettono insieme per un obiettivo condiviso”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse e baratto amministrativo, pubblicato il nuovo bando: "Aperto anche ai commercianti baresi"

BariToday è in caricamento