Barchette di carta per dire 'sì' all'accoglienza: il flash mob in centro per l'apertura dei porti

L'iniziativa si è tenuta ieri pomeriggio in corso Vittorio Emanuele. Un centinaio i partecipanti, che hanno posato su un telo di plastica blu le loro barchette

Un flash mob per chiedere all'Unine Europea una maggiore condivisione delle politiche di accoglienza tra gli Stati membri sul tema delle politiche d'accoglienza. C'è anche Bari tra le città che ieri, 27 giugno, ha partecipato all'originale iniziativa promossa dalle rete di associazioni European Solidarity in diverse città europee. In vista dell'incontro odierno in Consiglio europeo sul tema immigrazione, nel capoluogo pugliese un centinaio di attivisti, rappresentanti delle associazioni e cittadini si sono riuniti in corso Vittorio Emanuele e hanno posato su un mare artificiale (un telo di plastica blu) una serie di barchette di carta.

Il simbolo delle tante vite che ogni giorno sfidano il mare per ricominciare una nuova vita lontano dai loro Paesi dilaniati dalla guerra. E tra bandiere di associazioni internazionali - come Medici senza Frontiere - e di quelle locali di volontariato, non mancavano bambini e migranti che hanno voluto dare il loro sostegno all'iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento