menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Strade ancora di polvere e fango, ora basta": la petizione dei residenti di Sant'Anna per chiedere al Comune una svolta

Il comitato del quartiere vuole che si trovi più presto una soluzione alla querelle tra l’ente e il consorzio che ha realizzato i due comparti del nuovo rione sorto dieci anni fa a Sud della città: un migliaio di persone vivono nel disagio

“La polvere delle strade non asfaltate continua ad entrare nei polmoni di anziani e bambini, il fango e la pioggia coprono le buche più profonde delle quali è facile rimanere vittima. La mancanza di illuminazione pubblica, espone gli abitanti ai pericoli facilmente immaginabili”. Il comitato del quartiere Sant’Anna di Bari è pronto a lanciare una petizione per chiedere al Comune di trovare al più presto una soluzione alla querelle tra l’ente e il consorzio che ha realizzato i due comparti del nuovo rione sorto dieci anni fa a Sud della città (è previsto anche un terzo ancora non cantierizzato). Una diatriba che non ha permesso finora di realizzare le opere di urbanizzazione nei due nuovi comparti del rione, dove mancano asfalto e illuminazione, a differenza del primo, dove comunque non sono ancora agibili i locali. Il problema a monte è la fogna bianca. Manca per tutta Sant’Anna e il rimpallo tra Comune e Consorzio non ha permesso finora di risolvere la questione che lascia nel disagio il migliaio di persone che popolano il rione.

“Nonostante i numerosi appelli- si legge nella nota dei residenti -  rivolti in più occasioni alle Istituzioni Locali, caduti inesorabilmente nel nulla. Nonostante le rassicurazioni del sindaco e dell’assessore Galasso, manifestate anche in TV, in base alle quali i lavori della fogna bianca sarebbero ripresi a breve. Non può che prendere atto che ad oggi nulla è cambiato”.

Alessia Pirulli, rappresentante del comitato spiega come la situazione si trascini da lungo tempo e l’iniziativa della petizione popolare serva per spronare il Comune a un intervento deciso. “I problema – sottolinea – è sempre la convenzione tra Consorzio ed ente. Per risolverlo definitivamente abbiamo scelto di dare una sorta di sostegno popolare per dare manforte al sindaco e all’amministrazione tutta. Il messaggio: ‘Non vogliamo ricevere le solite risposte di circostanza, vogliamo una risoluzione radicale al problema”

Un concetto ribadito anche nel lancio della petizione. “Il Comune di Bari intervenga con un ‘atto di forza’ – si legge ancora - , completi i lavori della fogna bianca facendo prevalere una sorta di ‘clausola di supremazia’, con il solo scopo di superare l’ultimo ostacolo che impedisce il completamento delle opere di urbanizzazione interne e dare finalmente dignità, salute,  sicurezza ed incolumità ai cittadini residenti. Oltre la faccia – conclude il messaggio - adesso è il tempo di metterci la mente ed il cuore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento