rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità San Paolo

Ragazzi migranti e residenti del San Paolo assieme per il laboratorio teatrale I dialoghi della luna

Il percorso è a cura del Teatro delle Bambole con inizio sabato 6 novembre dalle 17 alle 19 nel centro polifunzionale Casa delle Culture del Comune: "L'invito alla partecipazione è rivolto a tutti"

Dieci appuntamenti con dieci partecipanti. La metà sono ragazzi, migranti del centro La Casa delle culture. Vengono per lo più da Afghanistan, Pakistan, Senegal, Gambia. L’altra metà residenti del quartiere e di altre zone della città, di qualsiasi età. Nello spazio del centro polifunzionale del Comune di Bari nel quartiere San Paolo parte il primo laboratorio teatrale che ha l’obiettivo dell’inclusione e la contaminazione tra culture diverse. Un percorso che proverà ad esplorare le culture e le arti differenti dei partecipanti coinvolte nello spettacolo finale previsto per il prossimo 18 dicembre. Il tema e il titolo scelto è I dialoghi della luna, a cura del Teatro delle Bambole con inizio sabato 6 novembre dalle 17 alle 19.  Un’occasione di incontro tra le persone e condivisione con la cittadinanza nel centro gestito dalla cooperativa sociale Medtraining assieme alla cooperativa San Giovanni di Dio.

“Il laboratorio – racconta Emanuele Marinelli, responsabile della Casa delle culture – è aperto a tutti i cittadini che desiderano prendere parte a questo percorso di animazione territoriale che attraverso l’arte invita alla scoperta dell’altro, alla conoscenza delle diverse culture, al contagio interculturale. I cinque ragazzi interni alla Casa delle culture, dell’età media di 25 anni, parteciperanno dopo aver dato la loro adesione, per gli altri attendiamo le adesioni”. L’iniziativa rientra nelle attività previste nel progetto Racconti dal Mediterraneo, promosso da Medtraining e finanziato dalla Regione Puglia.

“È un programma – specifica Marinelli – con una serie di laboratori attuati a breve, pensati per l’inclusione sociale e per farci conoscere sul territorio, creando relazioni sociali. L’obiettivo è proprio quello di aprirci il più possibile al territorio. I dieci incontri saranno basati su pratiche che si ispirano a tradizioni di origine dei paese, per creare luogo senza pregiudizio alcuno, dove ognuno si possa esprimere liberamente con gli altri”. La partecipazione al laboratorio teatrale è gratuita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi migranti e residenti del San Paolo assieme per il laboratorio teatrale I dialoghi della luna

BariToday è in caricamento