rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Poggiofranco

Scuola Carrante, la Regione non ha ancora deliberato l'accorpamento con la Michelangelo. I genitori: "Così calano gli iscritti"

La primaria di Poggiofranco attende le misure di dimensionamento dopo la delibera del Comune che indica l'uscita dal XVII circolo e la creazione di un nuovo polo. La dirigente: "Le iscrizioni vanno bene"

Per l’accorpamento della scuola primaria Carrante di Poggiofranco con la media Michelangelo, come per gli altri dimensionamenti in tutte le province, manca ancora il via libera della Giunta regionale. Dopo che il Comune di Bari, come richiesto, ha espresso entro il 3 gennaio, giorno precedente all’inizio delle iscrizioni al nuovo anno, la sua controproposta al provvedimento dell’esecutivo regionale dello spostamento nel XXVI circolo, e la creazione di due poli, quello tra Fiore, Tauro e scuola dell’Infanzia King da una parte e quello tra Carrante e scuola media Michelangelo dall’altra, non è ancora stato ratificato dall’ente. Perciò le famiglie che in queste settimane si sono interessate all’iscrizione dei propri figli nella scuola primaria, considerata un’eccellenza, si sono trovate davanti alla scelta di rivolgersi sempre al medesimo circolo, il XVII. L’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, proverà in questi giorni a inserire il provvedimento nella prossima riunione di Giunta. “Stiamo controllando con i dirigenti della Regione la procedura”, specifica. Nel frattempo avanza il malessere dei genitori.

“Le mie preoccupazioni e di tutti gli altri genitori – spiega Vito Menolascina, padre di due bambini che frequentano l’istituto e tra i rappresentanti del circolo – è che tutti gli sforzi per dare omogeneità alle teorie che hanno sacrificato l'attuale XXII circolo didattico Poggiofranco possano essere vanificate da una tempistica dell'ente Regione non in linea con quelle del mondo scolastico. Molte famiglie attendono prima la definizione del dimensionamento per poi procedere all’iscrizione, programmando la scuola anche nell'ottica di quella che è la continuità didattica dopo le elementari, ecco le motivazioni che rafforzano le linee guida sugli accorpamenti verticali”. Menolascina sottolinea come ci siano per questi motivi meno iscrizioni, con la formazione di meno classi, quattro invece che sei come lo scorso anno. La dirigenza scolastica del XVII circolo però si dice serena per quanto riguarda le iscrizioni. “Stanno andando bene – fa sapere - per ora i genitori trovano la Carrante nel nostro circolo, quindi siamo noi a gestire la situazione. Quando ci sarà il nuovo provvedimento della Regione riguarderà le attività de prossimo anno. Non ci saranno problemi riguardo alla didattica”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Carrante, la Regione non ha ancora deliberato l'accorpamento con la Michelangelo. I genitori: "Così calano gli iscritti"

BariToday è in caricamento