Attualità Libertà

"Non abbiate paura": al sesto piano del tribunale c'è la cassetta Help per le denunce anonime delle violenze sulle donne

È la sesta a Bari, dopo quelle che hanno raccolto all'incirca una 40 segnalazioni. È stata installata grazie alla collaborazione tra l’Ordine degli Avvocati, il suo comitato Pari opportunità, l’associazione Fermi con le mani

È la quinta cassetta Help rossa installata a Bari. Altre ce ne sono a Ruvo di Puglia e Casamassima. E questa volta è toccato a un luogo significativo, il tribunale civile, nella sede dell’avvocatura. Al sesto piano, grazie alla collaborazione tra l’Ordine degli Avvocati e il suo comitato Pari opportunità, l’associazione Fermi con le mani e al patrocinio morale dell’associazione Donne giuriste italiane. È pronta a ricevere le denunce in anonimo di avvocate o altre persone dell’amministrazione giudiziaria che subiscono violenze o discriminazioni in famiglia o sul posto di lavoro. Segnalazioni di violenza di genere, cyberstalking, cyberbullismo, cybershaming e ogni tipo di dinamica violenta connessa a questi reati, spesso non denunciati. Dinamiche che anche in professioni qualificate come quelle di avvocato possono verificarsi accompagnate dalla mancanza di coraggio di denunciare. Il messaggio è: ““Tutto ciò che desideri è dall’altra parte della paura”

“Io che sono stata vittima di violenza 15 anni fa so cosa vuol dire denunciare - spiega Tiziana Cecere, avvocata e presidente di Fermi con le mani – e affidarsi a colleghi per farlo, non è facile. Come del resto rivolgersi a uno psicologo Questo strumento può dare una mano a farlo, lasciando un messaggio con o senza recapiti, saremo noi a richiamare la persona interessata dove è possibile. In alternativa si può anche contattare il numero verde 800 822538 dell’associazione, attraverso il quale è sempre garantito l’anonimato”. Cecere racconta come siano state una quarantina finora le denunce raccolte dall’associazione. Molte riguardano donne maltrattate in famiglia o sul luogo di lavoro, ma sono in crescita anche i casi dei genitori che subiscono violenza dai proprio figli.

“Siamo con le donne che dovessero essere vittime di violenza di genere nel Palazzo di Giustizia – dichiara il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari Giovanni Stefanì - affinché denuncino, anche in forma anonima, ogni tipo di prevaricazione. Col nostro Comitato Pari Opportunità non faremo mancare loro il nostro sostegno. È un’iniziativa significativa nell’ottica della funzione sociale della professione di avvocato, in questo caso delle avvocate, e di apertura nei confronti della città e della collettività. La presenza della cassetta rossa qui ha un enorme valore simbolico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non abbiate paura": al sesto piano del tribunale c'è la cassetta Help per le denunce anonime delle violenze sulle donne

BariToday è in caricamento