Attualità

Servillo, Castellitto e De Angelis per la serata inaugurale del Bif&st 2021 al Petruzzelli: "Puglia trasformata grazie al cinema"

La rassegna, dopo le limitazioni dello scorso anno, è tornata nella sua sede principale (assieme a Piccinni, Margherita e al rinnovato Kursaal), seppur con pubblico ridotto e rispetto delle misure anti Covid

Dopo l'anteprima del venerdì con l'attesa riapertura del Kursaal Santalucia, è stata inaugurata, ieri sera, l'edizione 2021 nel Bif&st, il Bari International Film Festival con una serata al teatro Petruzzelli. La rassegna, dopo le limitazioni dello scorso anno, è tornata nella sua sede principale (assieme a Piccinni, Margherita e al rinnovato Kursaal), seppur con pubblico ridotto e rispetto delle misure anti Covid. Tra gli ospiti anche l'attore napoletano Toni Servillo, il quale ha ricevuto il premio Vittorio Gassmann per il  miglior attore protagonista per il film "Qui rido io" di Mario Martone (quest'ultimo insignito del premio Mario Monicelli per il miglior regista): "Sono particolarmente grato alla giuria - ha dichiarato Servillo - . Sono molto felice di prenderlo a Bari, dove torno con grande gioia, perché una delle ultimissime volte che ho recitato prima di questo terribile Covid, l'ho fatto su questo palcoscenico con 'Le voci di dentro' di Edoardo De Filippo e non avrei mai immaginato di ricevere un premio per un film sul papà, per Scarpetta".

bifest5-2

Nel corso della serata inaugurale è stato proiettato in anteprima mondiale il film 'Il materiale emotivo' di Sergio Castellitto: il regista e una delle protagoniste, Matilda De Angelis, erano presenti in sala. Tra i premiati anche il direttore della casa cinematografica 01, Luigi Lonigro, il quale ha ricevuto il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence.  Assegnato anche il riconoscimento intitolato ad Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista, vinto da Gianfelice Imparato (e premiato anche per "Il bambino nascosto" di Roberto Andò).

“Siamo felici, emozionati - ha detto Emiliano dal palco - e anche orgogliosi di aver resistito con tutte le energie di cui disponevamo. È una resistenza complessiva di una terra che attraverso voi, attraverso l’attività cinematografica, la creatività, l’entusiasmo del pubblico, ha trasformato non solo la sua immagine esterna, ma ha costruito la propria autostima. Perché l’attività cinematografica ha creato anche dentro il cuore dei pugliesi consapevolezze che un tempo non erano chiare". La serata inaugurale è stata introdotta anche dal direttore del festival, Felice Laudadio, dalla presidente di Apulia Film Commission, Simonetta Dellomonaco, e dal sindaco di Bari Antonio Decaro.

Numerosi gli appuntamenti di oggi per la seconda giornata ufficiale del Festival: sarà Carlos Saura il protagonista della master class di domenica 26 e che seguirà la proiezione di ¡Ay, Carmela! (Teatro Petruzzelli dalle 9). Con Saura converserà l’autore della fotografia premio Oscar Vittorio Storaro. Alle 13, invece, incontri d'autore al Margherita con, tra gli altri, Sergio Castellitto, Matilda De Angelis, Giorgia Cecere e Claudia Gerini.

In serata (al Petruzzelli, 21:30) tre premiazioni: Saura riceverà il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence, Storaro il Premio special Bif&st Autore della fotografia e Teresa Saponangelo il Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista per 'È stata la mano di Dio' di Paolo Sorrentino. A seguire, proiezione dell’Anteprima internazionale Agente speciale 117. Allerta rossa in Africa nera (Oss 117: Alerte rouge en Afrique noir) di Nicolas Bedos. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servillo, Castellitto e De Angelis per la serata inaugurale del Bif&st 2021 al Petruzzelli: "Puglia trasformata grazie al cinema"

BariToday è in caricamento