rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Decaro e il caso delle richieste di trasferimento dalla scuola Don Bosco: "Troppi alunni stranieri? Siamo tutti cittadini"

Il primo cittadino di Bari interviene sulla vicenda che coinvolge l'istituto del Libertà: "A noi piace la scuola - rimarca Decaro - perché ogni classe è una piccola famiglia che impara a volersi bene"

"A noi la scuola piace così. Sorridente, aperta, libera. Dove si studia, si mangia, si gioca, si cresce tutti insieme. Dove non si scappa davanti allo straniero, perché a Bari nessuno è straniero. E tutti siamo cittadini, con gli stessi diritti". Ad affermarlo è il sindaco di Bari, Antonio Decaro, attraverso un post sui social all'indomani della vicenda riguardante la scuola Don Bosco del quartiere Liberà, dove alcuni genitori avrebbero chiesto il nulla osta al cambio d'istituto da parte dei loro bambini poichè vi sarebbero stati troppi alunni di origine straniera.

"A noi piace la scuola - rimarca Decaro - perché ogni classe è una piccola famiglia che impara a volersi bene. E a chi non ci crede, dico: 'Fidatevi della scuola. Fidatevi dei vostri figli. Loro, molto spesso, sono meglio di noi' " ha concluso il primo cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decaro e il caso delle richieste di trasferimento dalla scuola Don Bosco: "Troppi alunni stranieri? Siamo tutti cittadini"

BariToday è in caricamento