rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Attualità

'Biodiversità in rete' per educare all'ambiente: scuola barese vince il secondo premio nel progetto della Regione Puglia

Ben 40 le classi della scuola primaria coinvolte, distribuite su tutta la Puglia, per un coinvolgimento di oltre 1000 alunni, che, vestendo i panni dei giovani esploratori, hanno svolto un vero e proprio percorso didattico di quattro sessioni formative

C'è una scuola barese tra quelle premiate nel progetto 'Biodiversità in rete', l'iniziativa di educazione forestale e ambientale promossa dall’Assessorato regionale pugliese all’Agricoltura insieme all’Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali della Regione Puglia (Arif).

L'iniziativa si è schiusa lo scorso 13 dicembre. Ben 40 le classi della scuola primaria coinvolte, distribuite su tutta la Puglia, per un coinvolgimento di oltre 1000 alunni, che, vestendo i panni dei giovani esploratori, hanno svolto un vero e proprio percorso didattico di quattro sessioni formative consistenti in laboratori, visite sul campo, attività in classe, con un concorso finale volto alla realizzazione di un elaborato che raccontasse le emozioni vissute durante il percorso formativo. La classe 4B - “Umberto I – S. Nicola”  della scuola Primaria Niccolò Piccinni di Bari si è aggiudicata il secondo premio dietro un'altra classe di un istituto scolastico di Torre Santa Susanna (Brindisi) e davanti agli studenti di scuola di Manduria (Taranto).

“Ascoltare i resoconti dei bambini, così semplici ma al tempo stesso carichi di emozioni, è il più grande risultato che il progetto potesse raggiungere e per questo daremo continuità alle iniziative che vedranno protagonisti i più piccoli – dichiara l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia -. Conoscere la nostra biodiversità ci aiuta a comprendere il nostro passato e ci indica la strategia per il futuro da tutelare tutti insieme. Al corretto utilizzo delle risorse naturali deve seguire un’attenta gestione alimentare – prosegue -, privilegiando prodotti locali e di stagione. La tutela del patrimonio agroalimentare e forestale della Puglia rappresenta una priorità dell’azione regionale e della nostra strategia di investimenti, fiduciosi che al nostro fianco ci sia una nuova generazione attenta e consapevole”.

Grazie al progetto gli alunni impegnati nelle attività manuali e di ricerca hanno scoperto il ciclo della natura e familiarizzato con tutti i temi legati alla biodiversità, con attività di ‘cooperative learning’, produzione di disegni e foto, schede riassuntive, cartelloni e piantine messe a dimora, che hanno dato vita a una grande quantità di materiale didattico. I futuri custodi della biodiversità hanno visitato i vivai forestali e le aree protette pugliesi, scoprendo la straordinaria complessità degli ecosistemi pugliesi. Itinerari pensati per creare coscienza e conoscenza del patrimonio naturale regionale nelle nuove generazioni e per divulgare l’importante ruolo che assumono i vivai forestali, i boschi didattici e le aree protette nella salvaguardia degli ecosistemi e nella valorizzazione dei territori su cui insistono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Biodiversità in rete' per educare all'ambiente: scuola barese vince il secondo premio nel progetto della Regione Puglia

BariToday è in caricamento