rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

A Bari la tribute band dei Beatles pronta a sbarcare in Rai: "Studiamo McCartney & co dai video dell'epoca". Sabato l'esibizione a 'Tali e quali'

'The Blackpool Beatles tribute band' nasce nel 2014 da un idea dì Teodosio Gentile, ingegnere foggiano trapiantato nel capoluogo pugliese. Dopo l'esperienza nel 2015 nel programma 'Vedi chi erano i Beatles' di Fabrizio Frizzi, sono stati chiamati a novembre da Carlo Conti per il suo programma

Forse non in molti lo sanno, ma in Puglia (la loro simbolica 'casa' è a Capurso, dove si incontrano in studio per suonare una volta a settimana) c'è una tribute band dedicata ai Beatles, che ne riprende in tutto e per tutto le movenze. Parliamo della The Blackpool Beatles tribute band e nasce dalla passione per lo storico gruppo britannico di Teodosio Gentile, Dario del Viscio, Vittoriano Ameruoso e Maurizio Eracleo, formazione che dal 2014 ha scelto di indossare - letteralmente - i panni di Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e Ringo Starr. E che sabato 22 gennaio potremo ammirare in diretta durante il programma 'Tali e quali', lo show Rai dedicato proprio al mondo dei tributi. 

La tribute band barese

'The Blackpool Beatles tribute band' nasce a Bari nel 2014 da un idea dì Teodosio Gentile, ingegnere e musicista da sempre appassionato e 'devoto' al quartetto di Liverpool. Gentile, foggiano d'origine ma da ormai un decennio trasferitosi a Bari, sceglie di seguire la sua passione e chiama a raccolta altri musicisti professionisti che vogliano realizzare un vero tributo ai Beatles. "Io stesso - racconta a BariToday - ho studiato tanti video dell'epoca per riprendere le movenze di Paul McCartney, che interpreto. Ad esempio suono il basso da mancino, proprio come Paul, e durante i concerti cerco di imitarne le movenze, ma dando una mia anima al personaggio, così da non scadere nello scimmiottamento". Un processo di impersonificazione non semplice, viste le limitazioni tecniche dell'epoca: "Dobbiamo ricordare che i Beatles a metà carriera hanno smesso con i concerti live - prosegue Gentile - Quindi l'eredità visiva è data dai filmati, naturalmente provenienti da telecamere degli anni '50". 

Il progetto vede negli anni l’avvicendarsi di diversi musicisti professionisti baresi che si sono cimentanti nell’ interpretare i loro idoli, John, Paul, George e Ringo, ma è nel 2020, con la nuova formazione che la band trova il suo “asset” finale, che vede anche Dario del Viscio interpretare John Lennon, Vittoriano Ameruoso impersonificare George Harrison e Maurizio Eracleo nei panni di Ringo Starr. La band ripropone il repertorio dei quattro baronetti di Liverpool, dal 1962 al 1970 in uno show che ripercorre le fasi della storia della band che ha cambiato la storia della musica. Dalle canzoni degli esordi come 'She loves you', 'Love me do' e 'Help!', agli scatenati rock'n'roll di 'Twist & shout' e 'Day tripper', passando per il periodo psichedelico con brani come 'Strawberry fields forever', 'All you need is love' e 'Penny lane', fino all'ultima produzione beatlesiana con brani come come 'Together', 'Let it be' e 'Hey Jude'.

La partecipazione a Tali e Quali

Dopo diversi anni di concerti, a novembre arriva la chiamata dalla Rai per partecipare al programma condotto da Conti. In realtà non una prima volta per il quartetto di musicisti trentenni: "Nel 2015 veniamo invitati da Fabrizio Frizzi per la trasmissione 'Vedi chi erano i Beatles', realizzata in occasione del cinquantesimo anniversario del primo concerto dei Beatles in Italia. Fu una grande emozione suonare in una trasmissione in diretta nazionale e il compianto Fabrizio fu molto ospitale con noi".

Sette anni dopo il ritorno in prima serata, con una diretta in programma alle 21.25 su Rai Uno, con alle spalle un bagaglio di numerosi concerti in piazze e teatri di tutt’Italia. "Con tutte le limitazioni dovute al Covid continuiamo a esibirci anche in questi mesi - prosegue Teodosio - Rispetto alla 'prima volta' in Rai c'è sicuramente maggiore consapevolezza. Suoneremo non solo con i vestiti di scena, che normalmente utilizziamo per i nostri concerti, ma anche con trucco e piccole protesi per impersonificare al meglio la band di Liverpool. Nonostante passino gli anni, rimane una grande emozione". Al quale si aggiunge l'esperienza di essere truccati da professionisti che hanno fatto la storia della Rai: "I nostri truccatori erano gli stessi di programmi storici come 'Fantastico' e 'Scommettiamo che' - assicurano - Vedrete che l'effetto sarà davvero tanto veritiero. Aspettiamo di scoprire le sensazioni del pubblico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bari la tribute band dei Beatles pronta a sbarcare in Rai: "Studiamo McCartney & co dai video dell'epoca". Sabato l'esibizione a 'Tali e quali'

BariToday è in caricamento