"Tassa sul tempo passato sulle panchine": la bufala corre in rete e il sindaco viene inondato di messaggi sui social

E' avvenuto a Mola di Bari: il primo cittadino è dovuto intervenire con un post su Facebook per indicare che la 'PAT-Panchina a tempo' non era stata adottata in Consiglio comunale come qualcuno sosteneva

Dopo il caso della psicosi da richiamo alla leva obbligatoria, ancora una volta il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna, è dovuto intervenire sui social per spegnere sul nascere una bufala diffusa social e presa per vera. Questa volta si tratta della 'Pat-Panchina a Tempo', ovvero fantomatica tassa sul tempo passato seduti sulle panchine installate in piazze e strade del comune nel Barese. Era stato un residente a lanciare (scherzosamente) un post in cui ne annunciava l'approvazione in Consiglio comunale:

A partire dal primo maggio 2020, chi utilizzerà le suddette panchine - scriveva - per più di mezzora, verrà applicato in panchinometro di 2 euro l'ora

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che era nato come un normale scherzo si è però trasformato - potenza dei social - in una notizia virale condivisa da un centinaio di persone e in molti hanno creduto che la Pat fosse entrata davvero in vigore. E diversi cittadini indignati hanno scritto al sindaco per chiederne la rimozione, come lui stesso ha spiegato poi sui social: "Ho purtroppo letto diversi commenti, alcuni offensivi nei miei confronti ed io non so se ridere o piangere. E non per le offese.
Quasi quasi...la PAT la applicherei a chi c’ha creduto!" il messaggio che accompagna la foto con un collage dei commenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

Torna su
BariToday è in caricamento