Il tam-tam sui social: "Il Comune ha tolto l'acqua al canile Ada". La replica: "A noi nessuna richiesta d'aiuto"

L'allarme era stato dato questa mattina dai gestori della struttura di Japigia. Il consigliere comunale Sisto: "Polemica incomprensibile nata su Facebook. Abbiamo fatto un sopralluogo ma il canile era chiuso"

"Non ci è arrivata alcuna comunicazione, nè richiesta d'aiuto. Al momento sembra solo una polemica incomprensibile nata sui social network": il consigliere comunale delegato al Benessere degli Animali, Livio Sisto, commenta così la vicenda del presunto taglio dell'acqua al canile Ada Onlus di Japigia, da parte del Comune. I gestori della struttura, questa mattina, hanno inviato numerosi messaggi attraverso Facebook, anche sulla bacheca del sindaco Antonio Decaro, criticando l'operato di Palazzo di Città e suscitando numerose reazioni da parte di utenti del social network. 

Sisto: "Sopralluogo infruttuoso, struttura chiusa"

In mattinata, a seguito di questi post, il Comune ha deciso di effettuare un sopralluogo nella struttura: "Siamo andati con la Polizia Locale - dice Sisto - ma abbiamo trovato tutto chiuso. E' stato quindi impossibile verificare la situazione. Voglio sottolineare però che il Comune, in questo caso, non avrebbe alcuna responsabilità a riguardo. Tra l'altro, a noi risulta che l'acqua sia disponibile con le cisterne. Vorrei aggiungere che il Comune paga un contributo per i cani che risultano ma ve ne sarebbero anche altri, più di quelli che ci dovrebbero essere. Abbiamo mandato alla onlus una mail di chiarimenti in tal senso - conclude Sisto - ma non abbiamo ricevuto risposta".

Palazzo di Città: "Vicenda anomala"

Lo staff del sindaco ha anche replicato ai post comparsi sulla bacheca Fb del primo cittadino: "La vicenda appare molto anomala - afferma Palazzo di Città -. La notizia della mancanza di acqua è stata data dall'Associazione che gestisce la struttura, attraverso la pagina Facebook. Eppure, l'Associazione non ha fatto alcuna richiesta né ha fatto alcuna segnalazione all'amministrazione comunale. Contemporaneamente l'Associazione ha diffuso un recapito Postepay intestato ad un soggetto privato sul quale effettuare bonifici o versare contributi. Stamane la Polizia Locale ha cercato di accedere alla struttura, ma non è stato possibile verificare lo stato dei luoghi perché il canile risulta sbarrato. Nelle prossime ore si cercherà nuovamente di accedere alla struttura. Ci sono accertamenti in corso - afferma infine lo staff del sindaco - con riguardo a tutti gli aspetti della vicenda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento