Attualità

Sarà Procida la Capitale italiana della Cultura 2022: niente da fare per Bari e Taranto

L'annuncio del ministro Franceschini: la giuria del Mibact ha selezionato la vincitrice tra le dieci finaliste

Sarà Procida la Capitale italiana della Cultura 2022. La scelta della giuria del Mibact, presieduta dal professor Baia Curioni, alla fine ha premiato l'isola campana. L'annuncio della città vincitrice è avvenuto questa mattina da parte del ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. 

Le dieci città finaliste per il titolo erano: Ancona, Bari, Cerveteri, L'Aquila, Pieve di Soligo e le Terre Alte della Marca Trevigiana, Procida, Taranto con la Gracìa salentina, Trapani, Verbania e Volterra.

La proposta di Bari Capitale della Cultura 2022

Nel dossier di presentazione della candidatura barese, erano previsti circa trecento eventi diffusi tra i principali contenitori culturali della città, tra cui il Petruzzelli, il Piccinni, il Margherita e la Sala Murat. Non solo spettacoli ma anche mostre e laboratori che si svolgeranno per tutto l'anno. Cinque i pilastri fondamentali del programma, il sacro, la luce, l'Oriente, il dialogo, il femminile, a cui si aggiungono i 'tre miracoli', ovvero la candidatura del Culto Nicolaiano a Patrimonio immateriale dell'Unesco, una Fiera del Libro e la nuova grande biblioteca dell'ex Rossani. Tra gli appuntamenti di prestigio, oltre ai classici Bifest, World Press Photo e Time Zones, si aggiungono mostre straordinarie come quella su Banksy, su Albert Mucha e sulle reliquie di San Nicola riviste in chiave contemporanea che vedranno anche l'esposizione di opere di Hirst e Abramovic. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà Procida la Capitale italiana della Cultura 2022: niente da fare per Bari e Taranto

BariToday è in caricamento