menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emporio per le famiglie, donazioni per i più piccoli e tanta solidarietà: è festa per i 3 anni della Casa delle Bambine e dei Bambini di Bari

Dalla sua apertura più di 8mila persone sono entrate in contatto con la Casa, con 600 eventi organizzati e il sostegno nei confronti di 215 famiglie, tra giocattoli e alimenti donati, nonché visite mediche gratuite

La Casa delle Bambine e dei Bambini di Bari ha compiuto tre anni: un anniversario importate per un centro che ha consentito un sosegno importante alle famiglie in difficoltà, ma anche a genitori e bimbi. La struttura, promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune e gestita dall'Ats costituita tra il Consorzio Elpendù, la cooperativa sociale Progetto Città e l’aps Farina 080 Onlus, con la collaborazione di un’ampia rete cittadina di partner locali. si trova in strada provinciale 110 Modugno-Carbonara 4.

I numeri della Casa delle Bambine e dei Bambini di Bari

Stamane, a Palazzo di Città, si è svolta, alla presenza del sindaco Antonio Decaro e dell'assessore Francesca Bottalico, una cerimonia di premiazione dei donatori (tra semplici cittadini e aziende) che in questi anni hanno contribuito alla buona riuscita della Casa, dove sono presenti un Emporio e una Boutique solidale a supporto della primissima infanzia, non chè laboratori e servizi ai bambini e alle bambine tra i tre mesi e i 5 anni, alle loro famiglie e/o adulti di riferimento. Negli ultimi tre anni più di 8mila persone sono entrate in contatto con la Casa, con 600 eventi organizzati e il sostegno nei confronti di 215 famiglie. Trenta di loro hanno ricevuto navette e culle per la prima infanzia..Seicento le visite specialistiche effettuate, 45mila i prodotti raccolti tra alimenti e prodotti dell'igiene personale. 

“Ho voluto essere qui con voi - ha detto Antonio Decaro - per ringraziarvi personalmente per il vostro impegno al fianco del centro polifunzionale per la prima infanzia che abbiamo avviato tre anni fa in via sperimentale e che oggi è una realtà riconosciuta capace di coinvolgere centinaia di persone tra singoli cittadini, associazioni, imprese grandi e piccole della città. Per noi si è trattato di dar vita a un servizio rivolto tanto alle famiglie in difficoltà quanto alle giovani coppie, magari con un lavoro precario, che non se la sentivano di mettere al mondo un figlio. Da tre anni la Casa delle Bambine e dei Bambini è il luogo dove trovare non solo sostegno materiale ma anche supporto psicologico, lo spazio dove medici volontari offrono visite specialistiche ai più piccoli e dove personale qualificato accompagna le famiglie con figli piccolissimi nel delicato percorso di cura per assicurare loro una crescita sana. Parliamo di un’esperienza straordinaria, in cui la solidarietà è la molla che ha spinto moltissime persone a donare tempo, beni e competenze per metterle a disposizione delle famiglie più fragili. In questo caso è stata l’amministrazione, tramite l’assessorato al Welfare, a fare da perno attorno al quale si è consolidata un’esperienza collettiva, ma la verità è che la nostra città ‘tiene’ perché esiste una rete di realtà - associazioni, parrocchie, scuole, volontari - che ogni giorno lavora perché nessuno sia escluso, tendendo una mano a chi resta indietro. A tutti loro non posso che dire grazie, perché ogni giorno ci rendono orgogliosi di vivere in questa città” ha concluso il sindaco.

“In questi tre anni di impegno per la prima infanzia e per le famiglie più fragili della nostra città - ha dichiarato Francesca Bottalico - abbiamo raggiunto ottimi risultati in termini di partecipazione delle famiglie e delle imprese, piccole e grandi, delle associazioni e delle singole persone che hanno creduto e investito in un progetto unico in Italia, sognato e ideato insieme agli operatori e alle famiglie. Abbiamo immaginato la giornata di oggi proprio per ringraziare ogni singola persona e impresa, con l’auspicio che i sostenitori e le sostenitrici della Casa delle Bambine e dei Bambini scelgano di continuare a supportare quella che rappresenta ormai una buona prassi a livello nazionale e che incide concretamente sulla vita quotidiana di tante famiglie”.

Il primo riconoscimento è stato consegnato simbolicamente dalla coordinatrice della Casa delle Bambine e dei Bambini Maria Palla al sindaco Antonio Decaro. la giornata speciale prosegue con una festa rivolta ad adulti, famiglie e bambini/e con laboratori e attività di animazione in programma dalle ore 16.30, negli spazi della Casa delle Bambine e dei Bambini, tra laboratori e performance teatrali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento