rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Attualità

Castellana Grotte, al via Stay Healthy! Stai in salute!

Laboratori ed esperienze di vita per gli alunni delle classi 3^, 4^, 5^ dell'IC Tauro-Viterbo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

CASTELLANA GROTTE (BARI) – Stay Healthy! Stai in salute, laboratori ed esperienze per una vita sana a tutto tondo! È un progetto itinerante promosso dal Centro di Servizio al Volontariato San Nicola - ODV in collaborazione con Fratres, territoriale di Bari, in rete con Una Rosa Blu per Carmela, Avis di Bitonto, Centro Arcobaleno. Prevede incontri e laboratori in presenza rivolti a bambine e bambini delle scuole elementari e medie, e a ragazzi e ragazze delle scuole superiori con il coinvolgimento di associazioni di volontariato che si occupano di salute e di esperti di attività motoria, educazione socio affettiva, primo soccorso. Anche le classi 3^, 4^, 5^ dell'IC Tauro-Viterbo hanno partecipato a questo progetto facendo esperienze dirette, ne riportiamo alcune. CLASSE IV B - L'associazione Dire No alla Droga Puglia, ha affrontato il tema con molta attenzione e delicatezza, guidando gli alunni alla riflessione e alla consapevolezza circa le conseguenze che può provocare l'assunzione di droga. Sono intervenute due componenti dell'associazione: la dirigente scolastica Tonia Gatto e l'avvocato Barbara Fortunato. Allo scopo di porre gli alunni in ascolto è stato presentato loro un video, Nuggets, dal quale è scaturita una discussione con gli alunni, argomentata e guidata dagli esperti. Evocando il sentimento della solitudine nel quale cade un individuo con dipendenza e valorizzando il valore dell'amicizia, gli esperti hanno cercato di stimolare l'intelligenza emotiva dei bambini allo scopo di promuovere in loro pensieri e comportamenti positivi. Nel corso dell'attività hanno rappresentato, attraverso un disegno, i sentimenti provati prima e dopo l’assunzione della sostanza: felicità e tristezza. Ciascuno ha poi relazionato sul proprio lavoro. La restituzione degli alunni con le loro osservazioni sull'argomento hanno permesso agli adulti di comprendere quanto i più piccoli siano sensibili al tema e a ciò che ne consegue. I disegni raccolti dagli operatori saranno raccolti in un libro che successivamente sarà consegnato ai bambini. Classe IV E - Sono intervenuti i volontari della Fratres di Bitetto per affrontare un argomento altrettanto importante come quello della donazione del sangue. Si sono soffermati sia sul valore sociale del gesto, sia sul concetto di salute. In modo semplice, cogliendo l'interesse degli alunni, hanno spiegato come gli individui si differenziano per gruppo sanguigno: ciascun alunno ha ricordato il proprio. "Tutti i gruppi sanguigni sono importanti - hanno spiegato gli operatori - ma ci sono delle particolarità. Ad esempio il donatore con gruppo 0 (zero) negativo, può donare a chiunque ma può ricevere solo dallo stesso gruppo, ovvero dal 0 negativo". "Nello sviluppare le attività - ha detto la docente Maria Girardi - i bambini hanno partecipato e appreso, in modo ludico, il concetto di donazione. Il gioco ha permesso loro di comprenderne il senso. Solidarietà e coraggio sono i valori emersi durante una giornata che ha visto i bambini protagonisti attivi con la realizzazione di elaborati grafici-pittorici. Hanno imparato molto facendo e soprattutto divertendosi." Classe IV C - Gli operatori del 118, invece, con la tecnica della narrazione guidata, attraverso la visione di un video, hanno spiegato agli alunni qual è il giusto comportamento da tenere nel caso in cui si percepisce una situazione di pericolo o ci si trova in una situazione di pericolo sia in casa che fuori. "Così attraverso la protagonista del video, una bambina che ha chiamato l'ambulanza dopo il malore della sua mamma - ha spiegato la docente Mara Laera - gli operatori sono riusciti a trasferire le informazioni più importanti: avere a mente o a portata di mano il numero di emergenza, essere precisi sul luogo dove ci si trova, da qui la necessità di memorizzare l'indirizzo di casa; capire lo stato della persona colta da malore, mantenere la calma e non spaventarsi. Efficace anche la prova fatta in presenza con un manichino: ciascun alunno è stato messo in situazione e stimolato ad eseguire i comportamenti richiesti: mettere la mano sul petto della persona, ipoteticamente svenuta, per verificare il respiro, richiamare l’attenzione chiedendo aiuto e così dicendo. E’ stata una giornata importante per tutti". "Abbiamo sposato in pieno il progetto Stay Healthy! Le esperienze non sono mai troppe - ha spiegato la dirigente Carmela Pellegrini - anzi le giuste informazioni sono fondamentali, con la guida di adulti esperti, per porre gli alunni sulla strada dell'autonomia e condurli non solo alla riflessione sui concetti di salute e benessere ma anche sulla loro messa in pratica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castellana Grotte, al via Stay Healthy! Stai in salute!

BariToday è in caricamento