menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giochi, laboratori e salute: al Libertà riapre il centro ludico per l'infanzia della 'Melo da Bari'

Inaugurato il terzo anno di attività della struttura in via Maggiore Turitto: 25 i piccoli ammessi dopo la pubblicazione del bando da parte del Comune

Gioco e movimento, laboratori ludici, creativi e manipolativi per i piccoli, e attività di formazione e informazione svolte con l’ausilio di esperti del settore per le famiglie del territorio. Il Centro ludico per la prima infanzia nel plesso scolastico “Melo da Bari”, in via Maggiore Turitto, al Libertà, compie tre anni e il Comune ha celebrato l'avvio delle attività per il periodo scolastico 2018-2019 con un'inaugurazione alla quale hanno preso parte, trra gli altri, l’assessore al Welfare Francesca Bottalico e la presidente del Municipio I Micaela Paparella.

Le prime settimane saranno dedicate all’inserimento dei 25 bambini ammessi in seguito alla pubblicazione dell’avviso (16 bambini di 2 anni, 7 di 1 anno e 2 di meno di 1 anno) ma già a metà di questo mese partiranno i laboratori strutturati; mentre, da novembre, inizierà il coinvolgimento dei genitori e delle famiglie sia nelle iniziative ludico-laboratoriali sia nelle attività informative con medici ed esperti che tratteranno tematiche legate alla prima infanzia. Confermate anche le 'giornate salute' grazie alla disponibilità di associaizoni di medici volontari e corsi di disostruzione pediatrica. Presto, invece, arriverà anche il pit-stop per l'allattamento, grazie ad una collaborazione con Unicef e l'angolo lettura con uno scaffale di libri dedicati ai genitori e offerti dalla rete Bari Social Book

“Per il terzo anno - ha spiegato l’assessore al Welfare Francesca Bottalico - negli spazi del centro ludico, famiglie italiane e migranti, con bambini piccolissimi, potranno condividere esperienze, affrontare problemi e costruire progetti: donne di diverse culture ed estrazione sociale, spesso con storie difficili, si incontreranno parlando di genitorialità e lavoro e cercando di contrastare concretamente le solitudini legate all’essere madri e alla difficoltà di creare legami in un contesto sociale che tende sempre più a disgregare piuttosto che a creare comunità educanti.Per questo nuovo anno educativo abbiamo introdotto diverse novità, a partire dal piccolo emporio in cui le diverse famiglie potranno mettere a disposizione beni e attrezzature in favore di altri nuclei familiari in difficoltà. Inoltre, accanto ai servizi già sperimentati, lavoreremo con un laboratorio dedicato ai giochi di luce, con l’obiettivo di far superare ai più piccoli le paure legate al buio attraverso una nuova percezione dello spazio circostante. I piccoli potranno anche giocare con il teatro delle ombre e con le fiabe per sviluppare la dimensione ludica e fantastica che è propria dell’infanzia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento