Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Certificati anagrafici in edicola a Bari, parte il servizio nei primi tre punti autorizzati

Siglate questa mattina le prime tre convenzioni con altrettanti giornalai cittadini: da domani, a Carbonara, Palese e in via Quintino Sella sarà possibile chiedere il rilascio di alcune tipologie di documenti, anziché recarsi presso gli sportelli comunali

Partirà domani, in tre edicole della città di Bari, il nuovo servizio di rilascio dei certificati anagrafici. Sono state siglate infatti questa mattina, negli uffici della Ripartizione Servizi demografici, le prime convezioni tra il Comune di Bari e alcuni titolari di edicole cittadine, per l’attivazione del servizio, nato "con la duplice finalità di costituire una rete capillare di punti autorizzati dove il cittadino può svolgere velocemente alcune operazioni, senza doversi recare di persona agli sportelli comunali, e di incrementare la gamma di servizi offerti dagli edicolanti ai propri clienti".

Le edicole abilitate sono:  D'Amato Massimiliano, in via Quintino Sella n. 229; Cariola Vito in  Via Vaccarella n. 4A a Carbonara; Petruzzelli Sandro in via Armando Diaz n. 6 a Palese. Presso questi punti autorizzati sarà possibile richiedere certificato di esistenza in vita; certificato Stato di famiglia; certificato di vedovanza; certificato di esistenza in vita; certificato di residenza.

13-10-21 sigla convenzione certificati nelle edicole-2

Questa sigla - ricordano da Palazzo di Città - segue una serie di passaggi a cui il Comune ha lavorato in questi anni, in collaborazione con le sigle sindacali aderenti all’iniziativa, approvando in consiglio comunale il regolamento generale per la protezione dei dati personali - RGPD per l’intermediazione dell’attività di front office del Comune di Bari, e avviando successivamente una attività di formazione per gli esercenti che garantisse loro la possibilità di erogare il servizio.

“Oggi abbiamo finalmente fatto un passo in avanti decisivo in un percorso piuttosto lungo che aveva impegnato l’amministrazione comunale e i sindacati – commenta l’assessore Di Sciascio – in un progetto che mira a semplificare la vita dei cittadini e supportare le attività economiche, quali i giornalai, che rappresentano un importante presidio territoriale da valorizzare e salvaguardare. Oggi parte la prima fase di sperimentazione sul campo e ci auguriamo che nel giro di pochi giorni si possa procedere con l’estensione del servizio anche agli altri esercenti che hanno scelto di aderire al progetto e hanno seguito la fase di formazione specifica fornita dall’amministrazione comunale. L’obiettivo è avere una rete capillare di esercizi commerciali su tutto il territorio cittadino così da servire i cittadini di tutti i quartieri. È importante ribadire che questo progetto nasce proprio dall’idea condivisa che le edicole per vocazione e per storia sono sia presìdi importanti sul territorio che punti di riferimento per i cittadini. In questo caso la tecnologia e la digitalizzazione dei processi amministrativi si mettono al servizio della vita delle persone per semplificare le procedure e velocizzare i tempi di attesa. Voglio infine ringraziare tutti i dipendenti della ripartizione Servizi demografici, sottoposti quotidianamente ad un lavoro impegnativo e di grande responsabilità non facendo mai venire meno disponibilità e professionalità nei confronti dell'utenza".  


 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certificati anagrafici in edicola a Bari, parte il servizio nei primi tre punti autorizzati

BariToday è in caricamento