rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

Checco Zalone a Sanremo in versione 'virologo-cantante' cugino di Al Bano: 'Pandemia ora che vai via' è già un tormentone

Sul palco dell'Ariston nella sua terza uscita il comico pugliese prende di mira con la sua consueta irriverenza la categoria di esperti più 'in vista' del momento, e si esibisce nel suo brano, diretto "dal maestro Beppe Virussicchio". Nel 'Corovirus' anche il pugliese Lopalco

Dalla "favola Lgbtq" al 'virologo-cantante' Oronzo Carrisi, passando per l'esibizione del rapper 'Ragadi'. Checco Zalone, tra gli ospiti più attesi di questo festival di Sanremo, attraversa così, con tre diversi momenti spettacolo e la sua consueta irriverenza, la seconda serata della kermesse canora.

Nella sua ultima esibizione sul palco dell'Ariston, il comico pugliese prende di mira una delle categorie di esperti più 'in vista del momento, quella dei virologi. Cappello bianco e sciarpetta al collo, diventa Oronzo Carrisi, originario di Cellino San Marco, virologo e cugino di Al Bano. Dice di avere un agente perché "adesso tutti i virologi hanno un agente". "Al Bano mi ha rovinato la vita", dice ancora, "A Cellino tutti siamo qualcosa di Al Bano". Poi sfoggia il primo tampone positivo rilevato nella cittadina pugliese come un trofeo, messo a mo’ di ciondolo al collo: "Questo mi ha portato fortuna". E ad Amadeus che gli chiede cosa i virologi pensino della pandemia aggiunge: "I virologi non devono andare mai d’accordo tranne per una cosa: “Quella di non capire un caz*o".

Quindi è il momento di 'Pandemia ora che via vai', la sua canzone in cui cita - tra gli autori - tutti i virologi noti (a Pregliasco a Bassetti, a Burioni) a dirigere l'orchestra, dice, c'è il "maestro Beppe Virussucchio", mentre nel 'Corovirus' anche il pugliese Lopalco. "La curva è andata giù, sta per finire il sogno, nessuno si spaventa più, manco a Codogno", canta Zalone, nel suo brano che sui social diventa in un attimo già un 'tormentone', mentre in tanti danno già il suo brano come 'vincitore' del festival. "Pandemia ora che vai via, che ci faccio con la rosolia, pandemia se te ne vai via, lavo i piatti in qualche pizzeria", scherza ancora il comico pugliese immaginando i virologi 'smarriti' dopo la fine della pandemia. "Quanta nostalgia delle conferenze… Tanta salute a tutti - dice ancora congedandosi dal pubblico - ma se vi capita un morbillo tenetevelo!".

(Foto Ansa)
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Checco Zalone a Sanremo in versione 'virologo-cantante' cugino di Al Bano: 'Pandemia ora che vai via' è già un tormentone

BariToday è in caricamento