rotate-mobile
Attualità

Chiusura scuole e Covid, Emiliano: "Basta scaricabarile, a decidere sia il governo"

Il presidente della Regione in un'intervista a La Stampa torna a criticare il governo per la posizione assunta sulle chiusure scolastiche: "Se hanno il coraggio, si devono prendere la responsabilità di gestirle"

"Si dica chiaramente che le Regioni, ove dovesse succedere una catastrofe scolastica, non sono responsabili". In un'intervista a 'La Stampa', il presidente della Regione, Michele Emiliano, torna sulla questione scuola e contagi Covid. Il governatore, che già qualche giorno fa in un post aveva criticato "la timidezza del governo" nel gestire "il fenomeno del contagio scolastico", ribadisce le sue convinzioni. Emiliano parla di "un atteggiamento ipocrita: da un lato si finge con l’opinione pubblica di promuovere la presenza a scuola, poi però si lascia a noi, che ogni giorno ci affannano a fare ordinanze di tutti i tipi, la facoltà di intervenire sulle scuole". E invece, dice il governatore, "Se hanno il coraggio, si devono prendere la responsabilità di gestirle dicendo che i poteri ex articolo 32 della legge sulla riforma sanitaria non possono essere esercitati sulla scuola, che è una funzione nazionale e non regionale. Agisce lo Stato e basta".

Nell'intervista il presidente della Puglia lamenta anche la questione vaccini, anche questa già oggetto di critiche al governo nel suo post di qualche giorno fa: "La cosa grave è che al sud abbiamo un numero di ospedali che sono la metà di quelli del nord e anche molto meno personale sanitario. Ecco, siamo cornuti e mazziati: anziché darci i vaccini in base al numero degli abitanti, ci vengono dati in funzione del numero dei sanitari".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura scuole e Covid, Emiliano: "Basta scaricabarile, a decidere sia il governo"

BariToday è in caricamento