rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Attualità Carbonara

Diciannove anni fa l'omicidio del giovane Marchitelli a Carbonara, Decaro: "Gaetano vittima innocente di mafia"

Il sindaco di Bari ha deposto, questa mattina in piazza Umberto I, una corona di fiori sulla lapide che ricorda il 15enne colpito da un proiettile la sera del 2 ottobre 2003, mentre lavorava in una pizzeria del quartiere Carbonara

"Gaetano, che aveva solo 15 anni quando fu ucciso, è una vittima innocente di mafia della nostra città. Sono passati 19 anni da quella maledetta sera e nessuno si è pentito per quanto accaduto". Sono queste le parole con cui il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha commemorato l'anniversario dell’omicidio di Gaetano Marchitelli, colpito il 2 ottobre del 2003 mentre stava lavorando in una pizzeria del quartiere Carbonara di Bari. Il primo cittadina ha deposto stamattina una corona di fiori presso la lapide in piazza Umberto I che ricorda la giovane vittima innocente di mafia.

Il ragazzo che lavorava per mantenersi agli studi e non gravare sull'economia familiare, fu colpito alla schiena da uno di quei colpi (destinati ad altri) sparati da un commando criminale a bordo di un’auto. "Oggi Gaetano sarebbe un giovane uomo, cittadino di questa città - scrive Decaro in un post pubblicato sulla sua pagina facebook - Un giovane uomo, che sognava di fare l’ingegnere informatico e che la mafia ci ha impedito di conoscere, di amare".

"Noi tutti non dobbiamo smettere di ricordare e raccontare ciò che è successo e cosa significa morire per mano mafiosa - sottolinea il sindaco di Bari - cosa significa aver paura di vivere e passeggiare in una città dove puoi essere ammazzato per una guerra tra clan".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciannove anni fa l'omicidio del giovane Marchitelli a Carbonara, Decaro: "Gaetano vittima innocente di mafia"

BariToday è in caricamento