Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Con la musica si abbattono tutti i confini: i figli di migranti in Italia in scena al Teatro Forma

 

La musica come strumento per abbattere ogni barriera. O, per meglio dire, ogni confine. Non per niente si chiama 'Music without borders' concerto andato in scena giovedì 20 dicembre al Teatro Forma. Non c'erano confini infatti per i musicisti della 'Emya second generation band', il gruppo composto da nove elementi di italiani della cosiddetta 'seconda generazione', nati in Italia da almeno un genitore straniero, proveniente da un Paese dell'area euro-mediterranea. A farli incontrare sono stati i volontari dell'associazione EMYA - Euro-med Youth Academy for Human Rights; che hanno portato poi sul palco anche i ballerini di ARG Dance Project con lo spettacolo 'Kyrie Eleison' (impreziosito dalle coreografie di Raffaella Pucillo), protagonisti anche di un particolare flash mob in centro sabato scorso.

Lo spettacolo ha chiuso gli eventi della 'Euro-Med Human Rights Cultural Week 2018', che ha animato per una settimana il dibattito sui diritti umani in città con convegni, mostre, concerti, laboratori e presentazioni letterarie. Il video è di Giancarlo Doronzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento