Entro il 2019 nuovo concorso per un migliaio di infermieri in Puglia, Emiliano: "Numeri importanti"

La graduatoria sarà regionale con opzioni sulle sedi prescelte espresse dai candidati e scorrimento della classifica, valida per tre anni. Il concorso sarà organizzato dalla Asl Bari

Si svolgerà "in Puglia entro il 31 dicembre del 2019 il concorso unico per infermieri", con "una sola graduatoria regionale", triennale. L'annuncio è del presidente della Regione, Michele Emiliano in una nota nella quale si fa riferimento, nel titolo, a '1000' posti. La cifra, però, non è stata ancora ufficializzato: "Stiamo parlando - precisa il governatore -  di numeri importanti che attualmente sono in fase di definizione, anche alla luce della recente approvazione da parte della Giunta Regionale dei piani dei fabbisogni per ciascuna azienda. Una bella notizia per migliaia di infermieri".  Emiliano spiega che questo risultato è stato reso possibile "grazie al piano di riordino ospedaliero e alla riduzione della spesa farmaceutica, che hanno consentito di trovare il denaro per le assunzioni. Nessun taglio nella spesa sanitaria, dunque, ma solo eliminazione degli sprechi".

Come sarà organizzato il concorso per infermieri della Regione Puglia

A spiegare le modalità di svolgimento, è il direttore del Dipartimento regioanle Politiche per la Salute, Vito Montanaro, a seguito di un approfondimento nel corso di una riunione con i dieci direttori generali delle aziende sanitarie pugliesi. La graduatoria sarà regionale con opzioni sulle sedi prescelte espresse dai candidati e scorrimento della classifica, valida per tre anni: "il concorso unico regionale sarà centralizzato e affidato ad un’unica azienda - dice Montanaro - e la Asl individuata è la Asl Bari perché ha già una piattaforma informatica pronta all’uso, avendo appena svolto il concorso per infermieri a tempo determinato. Abbiamo quindi una struttura già predisposta, con una procedura già collaudata. Il supporto tecnico potrà essere fornito sia dall’Azienda Policlinico di Bari sia dall’IRCCS di Castellana Grotte. Il concorso unico prevederà una percentuale da destinare alla mobilità extraregionale”. “Il concorso unico – ha però precisato il Direttore del Dipartimento – sarà preceduto da una procedura di mobilità infraregionale, con sospensione del trasferimento degli infermieri fino al completo espletamento del concorso, in modo da evitare di lasciare buchi in organico. In altre parole, solo quando arriverà l’infermiere assunto per concorso, il collega che ha partecipato alla mobilità, potrà andare via. Anche questa procedura di mobilità, differente dunque da quella concorsuale, sarà affidata, con grande probabilità, alla Asl Bari”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Parcheggiare a Bari: le aree di sosta vicine al centro, mappa e tariffe

  • Due monopattini del servizio sharing rubati e recuperati dalla polizia: uno rintracciato in tempo reale grazie al segnale gps

Torna su
BariToday è in caricamento