rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Contrasto ai crimini informatici, Polizia e Aeroporti di Puglia siglano accordo: "Obiettivo tutela di infrastrutture strategiche"

L'intesa sottoscritta a Bari rientra nelle direttive impartite dal Ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione alla criminalità informatica attraverso accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali

Garantire tutela e sicurezza contro i crimini informatici per "infrastrutture critiche di interesse nazionale" come possono essere quelle aeroportuali. E' stato siglato oggi a Bari l’accordo tra Polizia di Stato e Aeroporti di Puglia per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici che hanno per oggetto i sistemi e i servizi informativi di particolare rilievo per il Paese.

La convenzione, firmata dal prefetto Daniela Stradiotto, nella sua qualità di Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato e dal Dott. Antonio Maria Vasile, nella sua qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Aeroporti di Puglia SpA, rientra nell’ambito delle direttive impartite dal Ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione alla criminalità informatica attraverso la stipula di accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni è infatti quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della rete informatica delle strutture di livello strategico per il Paese attraverso il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche.

Aeroporti di Puglia in quanto concessionaria degli aeroporti di Bari, Brindisi, Foggia, Grottaglie si occupa della progettazione, sviluppo, realizzazione, adeguamento, gestione, manutenzione e uso degli impianti e delle infrastrutture aeroportuali, comprensivi dei beni demaniali, attraverso sistemi informatici che sono pertanto da considerarsi infrastrutture critiche di interesse nazionale. 

"Risulta, pertanto, necessario prevenire e contrastare ogni forma di accesso illecito, anche tentato, con finalità di: interruzione dei servizi di pubblica utilità; indebita sottrazione di informazioni; attacchi cibernetici su vasta scala volti a compromettere la sicurezza del “Sistema Paese”; porre in essere qualsiasi ulteriore attività illecita".

Il CNAIPIC, che da anni si occupa della tutela delle reti informatiche di realtà, sia pubbliche che private, di rilievo nazionale e di importanza strategica per il paese, risulta quindi essere uno strumento necessario di collaborazione e di condivisione delle informazioni su tutto il territorio nazionale.

Alla firma della convenzione erano presenti anche per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Antonio Borrelli, dirigente Generale di Pubblica Sicurezza, il Direttore Centrale del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Ivano Gabrielli, per Aeroporti di Puglia il Direttore Generale, arch. Marco Catamerò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasto ai crimini informatici, Polizia e Aeroporti di Puglia siglano accordo: "Obiettivo tutela di infrastrutture strategiche"

BariToday è in caricamento