A Bari il convegno internazionale sull'Antrace: "L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale centro di riferimento"

Dal 3 al 5 settembre conferenza internazionale “The Biology of Anthrax” a cura dell’Istituto sperimentale della Puglia e della Basilicata e Centro di referenza nazionale per l’antrace

Si terrà a Bari, dal 3 al 5 settembre, la conferenza internazionale “The Biology of Anthrax” a cura dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Puglia e della Basilicata e Centro di referenza nazionale per l’antrace.. L'evento è stato presentato a Palazzo di Città: “L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, con sede a Foggia, è centro di referenza nazionale per l'antrace, nonché laboratorio di sanità pubblica e veterinaria alle dipendenze del Ministero della Salute e da anni svolge attività di ricerca sul carbonchio" – spiega il direttore generale, Antonio Fasanella – Lo Zooprofilattico è laboratorio di riferimento per il test di rilevamento delle spore di antrace e di campioni sospetti nell’ambito dell’emergenza bioterrorismo. Dal 2001 ad oggi, abbiamo analizzato circa 4 mila campioni, effettuando migliaia di analisi, fortunatamente con esiti negativi. Recentemente abbiamo esaminato un campione proveniente dal Senato e lo abbiamo fatto con grande solerzia per permettere a Palazzo Madama di riprendere regolarmente i lavori in tempi rapidi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo inoltre produttori del vaccino contro l’antrace che viene distribuito in Italia e ai Paesi che fanno accordi con il nostro. Infine – prosegue Fasanella – siamo attualmente impegnati nei controlli degli alimenti durante i focolai della sindrome emolitica uremica (Seu). Si rinnova, infine, la sinergia tra l’Università degli Studi di Bari e l’Izspb sia in tema di ricerca, attraverso il finanziamento di dottorati da parte dell’Istituto, sia attraverso i molti tirocini che gli studenti di facoltà come veterinaria, biologia e biotecnologia, svolgono da noi grazie alle convenzioni che abbiamo con l’Ateneo barese”, conclude Fasanella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento