Attualità

I bambini si ammalano meno di covid-19 e contagiano poco? Lopalco: "Attendiamo ulteriori conferme"

Lo scienziato, attraverso un post sulla sua pagina Facebook, illustra gli ultimi studi condotti sul fenomeno che smentisce il 'luogo comune' delle scorse settimane sui i piccoli 'untori', capaci di infettare nonni, zii, genitori e altri amichetti

Designed by prostooleh / Freepik

I bambini si ammalerebbero di meno di covid-19 e sarebbero anche meno contagiosi. Ad affermarlo è il professor Pier Luigi Lopalco, a capo della task force per l'emergenza epidemiologica della Regione Puglia. Lo scienziato, attraverso un post sulla sua pagina Facebook, illustra gli ultimi studi condotti sul fenomeno che smentisce il 'luogo comune' delle scorse settimane sui i piccoli 'untori', capaci di infettare nonni, zii, genitori e altri amichetti.

"Che bambini ed adolescenti si ammalino più raramente di COVID19 è evidente - spiega Lopalco - , ma ancora non è ben noto quale sia il loro ruolo nella diffusione dell'infezione. La domanda è: i bambini hanno minore probabilità di infettarsi (e conseguentemente trasmettere l'infezione) rispetto agli adulti? I piccoli esprimono poco il recettore ACE2 - quello che il SARS-CoV-2 usa per infettare le cellule - nell'epitelio nasale. Il fatto di avere pochi recettori per il virus in quella che è la porta di ingresso delle infezioni respiratorie giustifica da solo la minore suscettibilità dei bambini all'infezione. Se fosse così, dunque, i bambini oltre ad ammalarsi di meno si infetterebbero anche di meno e sarebbero meno contagiosi". Per Lopalco "è una buona notizia. Attendiamo ulteriori conferme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bambini si ammalano meno di covid-19 e contagiano poco? Lopalco: "Attendiamo ulteriori conferme"

BariToday è in caricamento