menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I cinesi di rientro a Bari in quarantena volontaria: "Sono una decina. Stanno tutti bene"

La procedura è stata effettuata da alcuni cittadini provenienti dalla città di Wenzhou e durerà per 14 giorni

"Una decina di cittadini cinesi, rientrati a Bari e in provincia nei giorni scorsi dalla Cina, in particolare dalla città di Wenzhou, sta seguendo una procedura di auto-quarantena di 14 giorni" prevista dal protocollo di contenimento del contagio del Coronavirus. Ad affermarlo è Peng Shen, portavoce dell'Associazione cinesi di Bari, sottolineando che "stanno tutti bene: l'ultimo di loro dovrebbe essere rientrato il primo febbraio".

Shen, insegnante in un liceo pugliese, ha spiegato che i cittadini cinesi a Bari e in provincia sono "circa quattromila, anche se è difficile stabilire un numero preciso: per ora - aggiunge - non mi risultano particolari casi di discriminazione a causa della paura scatenata dal virus".

"E' però vero - prosegue - che c'è stato un al calo delle vendite nelle attività gestite dai cinesi", e per questo Shen suggerisce "di acquistare attraverso il web". "Voglio rassicurare tutti gli italiani - conclude - perché in Cina si sta facendo di tutto per tenere sotto controllo la situazione, e presto tutto questo finirà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento