Obbligo di mascherine al'ingresso, termoscanner e capienze ridotte: le discoteche pugliesi pronte a riaprire dal 15 giugno

Confronto continuo tra Regione e imprenditori. Le linee guida, se i contagi dovessero diminuite ancora fino alla metà del mese, potrebbero essere ulteriormente allentate

Obbligo di mascherine all'ingresso, termo scanner per controllare le temperature, riduzione della capienza per il 40%: sono alcune delle prime linee guida che con ogni probabilità faranno parte del prodocollo definitivo per la riapertura dei locali di intrattenimento e da ballo in Puglia, dopo le chiusure imposte dalla pandemia covid. Nei giorni scorsi si è svolto il tavolo tecnico tra il presidente della Regione, Michele Emiliano, l'assessore pugliese all'Industria Culturale, Loredana Capone, il professor Pierluigi Lopalco, a capo Centro di Coordinamento Emergenze Epidemiologiche della Regione e i rappresentanti del settore intrattenimento pugliese, capitanati da Pasquale Dioguardi. 

Nel caso i contagi dovessero diminuire ancora,le riaperture potrebbero avvenire dopo il 15 giugno, applicando le norme alle piste da ballo all'aperto, seppur con locali accessori al chiuso e rispettando, per un tempo definito,la regola delle 0,7 persone a metro quadro. “È stato un giorno importantissimo per il mondo delle discoteche in Puglia - hanno affermato Roberto Maggialetti e Francesco Susca del Movimento Impresa - ehanno ridato la speranza a noi imprenditori. Tutto questo è però merito del gioco di squadra fatto in questi giorni e che come sempre è stato ripagato. Siamo soddisfatti e ringraziamo vivamente il presidente Emiliano, il prof. Lopalco e l’assessore Capone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le misure indicate nel protocollo vi sono  l’utilizzo dei termo scanner per la misurazione della temperatura a tutti coloro che entrano, l’obbligo di mascherine all’ingresso (chi non la dovesse avere ne sarà dotato dalla struttura) da utilizzarsi sempre nei luoghi chiusi, come già deliberato per bar e ristoranti, la riduzione del 40% della capienza, la promozione delle prenotazioni on-line, con lo scopo di evitare file e assembramenti in entrata, Le linee guida, se i contagi dovessero diminuite ancora fino al 15 giugno, potrebbero essere ulteriormente allentate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mamma e figlio rischiano di annegare per il mare agitato: militare barese si getta in acqua e li salva

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: addio a Teodosio Barresi, protagonista de LaCapaGira

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Sfrecciano con l'auto sulla Statale 16: nel bagagliaio un monopattino del Comune di Bari, quattro denunciati per furto

  • Quattro nuovi casi di Coronavirus in Puglia: uno è nel Barese. Nessun decesso, scende ancora il numero dei positivi

Torna su
BariToday è in caricamento