menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lopalco tra massima attenzione e ottimismo per il 2021: "Natale covid con pochi intimi, liberi a Pasqua"

E' quanto affermato dall'assessore pugliese dalla Sanità, intervenuto in video per la 'Giornata Mondiale dei diritti dei bambini/e: "Speriamo presto segnali di raffreddamento del virus"

"Mi affido ad un vecchio detto popolare: quest’anno, Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi. Cioè Natale con poche persone, pochissime, molto intime. Mentre e Pasqua saremo liberi": è quanto affermato dall'assessore pugliese dalla Sanità, Pier Luigi Lopalco, intervenuto in video per la 'Giornata Mondiale dei diritti dei bambini/e" organizzata dal garante della Regione Puglia, Ludovico Abbaticchio.

Lopalco lancia un messaggio di ottimismo in vista dei prossimi mesi, seppure chiedendo attenzione soprattutto fino a marzo: "Quello che posso dire - afferma - è state buonini per qualche altro mese, passato l'inverno torneremo alla vita di prima". Per Lopalco bisognerebbe adottare "stop and go" ovvero "raffreddare la circolazione del virus quando sta cominciando a dare segnali per bloccarlo. Basterebbero 2-3 settimana di stop" per bloccare la circolazione, per poi riprendere con le lezioni in presenza nelle scuole.

A tal proposito, Lopalco spiega di non essere contro la scuola in presenza: "Sono stato descritto - ha aggiunto l'epidemiologo - come nemico dell’istruzione, solo perchè mi sono permesso di dire che mandare 25 bambini in una classe durante una pandemia non è una buonissima idea e non serviva un grande epidemiologo per dirlo, bastava il buon senso. La pandemia ci ha costretto a inserire nella scuola la didattica a distanza, una modalità di insegnamento che se integrata bene in un sistema moderno potrebbe rappresentare anche la didattica del futuro. Sono vicinissimo - ha concluso - ai nostri ragazzi, al mondo della scuola e spero che presto possano esserci segnali di raffreddamento della circolazione del virus, qualche piccolo segnale lo abbiamo già".

L'assessore, nel corso della mattinata, è intervenuto anche nel corso del programma L'Aria che Tira', condotto da Myrta Merlino su La7: "In questo momento  - ha dichiarato - è davvero pericoloso fare confusione, dobbiamo dare un messaggio chiaro e univoco. Siamo nel pieno della seconda ondata pandemica. Ci sono dei segnali positivi legati al rallentamento della pressione sugli ospedali, ma questo non significa che tra 2 settimane ci può essere il libera tutti. fare feste e cenoni con 20 persone a casa e uscire senza mascherina: questo scenario lo vedo davvero difficile". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento