Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Astensione degli avvocati per l'emergenza coronavirus fino al 20 marzo: decine di udienze saltate a Bari

E' l'effetto della decisione proclamata dall'organismo congressuale forense, valida da oggi 6 marzo per la "crescente gravità della situazione del contagio del virus COVID-19 sul territorio nazionale"

Gran parte degli avvocati penalisti e civilisti baresi si stanno astenendo dalle udienze a causa dell'emergenza coronavirus in Italia: è l'effetto della decisione proclamata dall'organismo congressuale forense, valida da oggi 6 marzo, fino al 20, per la "crescente gravità della situazione del contagio del virus COVID-19 sul territorio nazionale e del gravissimo pericolo per la salute pubblica cagionato dal prosieguo dell’attività giudiziaria nei Palazzi di Giustizia, che non consentirebbe il rispetto delle regole prudenziali dettate dal Governo nei confronti dei cittadini".

"Visto il provvedimento del 4 marzo 2020 con cui l’Unione delle Camere penali italiane ha preso atto della delibera adottata dall’OCF- spiega ancora la Camera Penale barese - per motivi di salute pubblica e ha raccomandato agli iscritti di prendere le proprie decisioni anche tenendo conto dell’effettiva situazione locale".

Intanto la Camera Penale comunica "di avere appreso che c’è stata una videoconferenza tra i Presidenti delle Corti di Appello, da cui sarebbe emerso un orientamento prevalente teso a ritenere illegittima l’astensione proclamata dall’OCF" e "che l’Unione delle Camere penali italiane ha chiesto formalmente al Ministro della Giustizia di assumere determinazioni sulla prosecuzione delle attività giudiziarie"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Astensione degli avvocati per l'emergenza coronavirus fino al 20 marzo: decine di udienze saltate a Bari

BariToday è in caricamento