Coronavirus descritto in dialetto molfettese: il video fa il giro del mondo

"Lê morte stê ind'a l'àrie" ( tradotto "La morte sta nell'aria"), è una pagina di storia raccontata alla molfettese, da ascoltare fino alla fine è tutta verità.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Con sorpresa, raccontando la situazione attuale il video che descrive il "maledetto coronavirus" fa il giro del mondo, un particolare è una poesia in dialetto molfettese. In questo particolare momento, che tutto il mondo sta vivendo, la nostra associazione Oll Muvi, ai più conosciuta come I Love Molfetta, è in continuo contatto con le diverse comunità degli emigrati molfettesi sparse nel mondo che costantemente seguono gli aggiornamenti sia per Molfetta sia per gli USA, l'Australia, l'Argentina e anche in Europa, invitando tutti prendere d'esempio la nostra Italia: #iorestoacasa ( You Must Stay At Home) è questo che ci ripetiamo da diversi giorni. Anche se geograficamente lontani noi ci sentiamo molto vicini con tutti voi ovunque siate, e grazie all'amico Corrado Spadavecchia cultore del vernacolo molfettese, autore di numerosi scritti in "dialetto molfettese" in questi giorni, restando a casa, ha creato di getto questa poesia dal titolo: "Lê morte stê ind'a l'àrie" ( tradotto "La morte sta nell'aria"), è una pagina di storia raccontata alla molfettese, da ascoltare fino alla fine è tutta verità! Abbiamo realizzato un breve video, in bianco nero, senza musica solo la voce in molfettese che è dello stesso autore, accompagnato dalle immagini, fornite da diversi nostri amici, registrate con i loro telefonini, dai balconi delle varie zone della città di Molfetta vuota e deserta. Realizzando questo video con un audio in "dialetto molfettese" abbiamo raggiunto numerose comunità di molfettesi sparse nel mondo, il messaggio vuole essere: #andràtuttobene , basta seguire le regole. Questo è il link del video che vi invitiamo a visionare:

Torna su
BariToday è in caricamento