rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità

Lezioni in materia di sicurezza sul lavoro e sulla strada: l'Università di Bari dedica un corso di formazione ai riders

Il percorso didattico sarà articolato in 12 moduli e-learning: i lavoratori potranno seguire i contenuti tramite la piattaforma digitale predisposta dall'Ateneo barese. Le 'cattedre virtuali' saranno occupate da docenti universitari e da esperti della Motorizzazione Civile

Dodici lezioni per informare sulla tutela della salute e della sicurezza di una particolare e nuova categoria di lavoratori che svolge la propria attività esposta ai 'rischi del traffico cittadino'. L'Università degli Studi di Bari ha presentato, questa mattina il percorso formativo dedicato ai riders, progetto finanziato dalla Direzione Generale Territoriale del Sud del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, e realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell?Università del capoluogo pugliese.

Il percorso formativo, in sperimentazione a Bari e Napoli, si articolerà in dodici moduli curati da autorevoli docenti universitari e da esperti della Motorizzazione civile. Ciascun modulo si occuperà dell?analisi della materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, le procedure da attivare in caso di infortunio, il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza individuale, oltre ai profili di corretta circolazione stradale e prevenzione dei sinistri. In particolare, saranno approfondite le norme del codice della strada attinenti agli specifiche modalità di trasporto utilizzate. 

La formazione sarà erogata in modalità e-learning, tramite apposita piattaforma dell?Università di Bari alla quale ciascun rider dovrà collegarsi e visionare il contenuto, anche in lingua straniera. Questa procedura, precisa Uniba in una nota, consentirà di intercettare un maggior numero di riders: l'opportunità è resa possibile grazie a un Accordo Stato-Regioni del 2011 che permette di erogare la formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro tramite strumenti digitali, sempre che ci sia il riconoscimento del carattere sperimentale del percorso formativo.

Presentazione_corso_riders-2

I nuovi lavori -  ha dichiarato il Rettore dell'Università di Bari, Stefano Bronzini - ci costringono a ripensare le regole sul tema della sicurezza sul lavoro, a ricercare tutele e soluzioni possibili per salvaguardare sempre di più i lavoratori perché purtroppo ancora oggi di lavoro si muore ed è inaccettabile. Serve soprattutto formazione nelle scuole, formazione in itinere, formazione durante tutta la vita del lavoratore come investimento a prescindere dal tipo di lavoro. La sicurezza non è occasionale anche se a volte il lavoro lo è.?

"Per il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili ? ha sottolineato il dirigente della Direzione Generale per la Motorizzazione e per i servizi ai cittadini e alle imprese in materia di trasporti e navigazione, Pasquale D?Anzi ? si tratta di un grande esperimento sociale e culturale; quando il luogo di lavoro è la strada e quando arrivare in tempo è fondamentale per il successo della missione, si è costretti ad utilizzare modi di trasporto agili e veloci, anche innovativi (quali i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica) e si diventa necessariamente utenti 'deboli'. Soltanto comportamenti consapevoli, che passano per una crescita culturale collettiva della categoria, possono contribuire ad uno sviluppo completo ed armonico, in piena sicurezza, di questa, come di altre, 'nuove' economie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lezioni in materia di sicurezza sul lavoro e sulla strada: l'Università di Bari dedica un corso di formazione ai riders

BariToday è in caricamento