rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Bari riabbraccia la Caravella di San Nicola dopo 2 anni: tre torri, 700 artisti e uno show olografico a sorpresa

La regia dell'edizione 2022 è firmata da Nicola Valenzano (con la consulenza storica di padre Gerardo Cioffari) e prevede un ritorno alla tradizione rispetto alle ultime edizioni

Settecento artisti, tre 'torri' e uno show olografico "a sorpresa" ma anche il coinvolgimento, nei giorni precedenti all'evento, dei Municipi: torna a Bari, dopo due anni di assenza dovuti alla pandemia Covid, il corteo storico di San Nicola, in programma il prossimo 7 maggio (dalle 20.30) nel tradizionale percorso del centro cittadino. Un appuntamento atteso dai baresi i quali ritroveranno l'amata 'Caravella' celebrativa dell'impresa dei 62 marinai capaci di traslare le ossa del Santo da Myra in Puglia.

La regia dell'edizione 2022 è firmata da Nicola Valenzano (con la consulenza storica di padre Gerardo Cioffari) e prevede un ritorno alla tradizione rispetto alle ultime 'Caravelle', nel segno del rapporto tra il Santo, il mare e la gente. Nel cast artistico vi saranno anche attori, figuranti, 20 ballerini, un coro di 24 elementi e 8 danzatori a parete. 

"Abbiamo voluto dedicare il corteo storico - spiega il regista Nicola Valenzano a margine della presentazione avvenuta a Palazzo di Città - al tema della pace. San Nicola unisce varie genti ed è un concetto importante da riaffermare, specialmente nel momento storico che stiamo vivendo". Nove i quadri in scena, tra cui uno intitolato 'Les Miserables' che vedrà ballerini indossare costumi medievali di ubriachi, clochard, prostitute e appestati. Tra gli elementi di maggiore effetto del corteo vi saranno anche tre 'torri' alte cinque metri che rappresentano le virtù teologali (fede, speranza e carità), sulle quali vi saranno danzatori, un mangiafuoco e una grancassa. Non mancheranno cavalli, bandiere e tamburi, ma anche la tecnologia ad arricchire la rievocazione storica per eccellenza della città di Bari. E proprio durante la conferenza stampa di presentazione vi è stato un assaggio del corteo con due figuranti in costume entrati nella Sala Giunta del Comune per interpretare un piccolo monologo sulla storia del Santo.

Il percorso 2022, dopo la partenza da piazza Federico II di Svevia, vedrà la 'Caravella' sfilare lungo corso Vittorio Emanuele per poi dirigersi, attraverso il lungomare Imperatore Augusto, sul sagrato della Basilica dove, come da tradizione, vi sarà il momento culminante del corteo con uno show conclusivo: "San Nicola- ha commentato il sindaco Antonio Decaro -  torna a riempire le strade della città oltre che i cuori dei baresi. Un legame forte con la nostra storia. Il corteo sarà un po' diverso rispetto agli anni passati. Non dimenticheremo, ovviamente, i due anni passati di pandemia che hanno impedito lo svolgimento dell'evento. Il corteo è ormai anche un elemento attrattivo per i turisti che in questi giorni hanno scelto la nostra città".

Un'altra novità di rilievo è rappresentata dalle giornate precedenti all'evento, nelle quali vi saranno 'anteprime' del corteo nei vari municipi cittadini: gli appuntamenti si svolgeranno nella parrocchia di San Gabriele al San Paolo (2 maggio), al parco 2 Giugno (3 maggio), sul sagrato della parrocchia di Santa Rita (4 maggio), nella parrocchia di San Nicola al Municipio V (5 maggio) e sul molo San Nicola (6 maggio): "La novità si inserisce nel corso di un investimento dell'amministrazione per i quartieri che si avvicinano alla città proprio attraverso i programmi culturali, quelli che trasmettono continuità. Lo avevamo già fatto, ad esempio con il Petruzzelli e lo faremo anche, oltre che con San Nicola, attraverso un investimento di 1,1 milioni di euro dedicati alle periferie. San Nicola unisce e accoglie tutti i Paesi, tutte le tradizioni nel nome di un uomo che, prima di essere Santo, da vescovo ha aiutato e ha sostenuto molta gente. Tornare a San Nicola per valorizzare l'aspetto umano di tutti noi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari riabbraccia la Caravella di San Nicola dopo 2 anni: tre torri, 700 artisti e uno show olografico a sorpresa

BariToday è in caricamento