menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il parco di Costa Ripagnola si farà, Emiliano: "Vogliamo tramandare intatta la bellezza di Polignano"

Chiusa in Regione la procedura per l'istituzine dell'area protetta: ora gli uffici competenti dovranno elaborare il disegno di legge istitutivo: "Non danneggerà nessuno"

"L'interesse generale è quello di realizzare il parco di Costa Ripagnola. La procedura è giunta al termine: adesso gli uffici assieme alla Giunta metteranno a punto il disegno di legge istitutivo del Parco". A confermarlo è il presidente della Regione, Michele Emiliano, al termine dell'ultimo incontro previsto dall'iter per l'istituzione del parco che si è tenuto oggi in Regione.

"Si è raggiunta una buona condivisione - afferma Emiliano in una nota - l'unico soggetto che ha ancora qualche perplessità è il Comune di Polignano a Mare che richiede che le norme tecniche esistenti e quindi la pianificazione urbanistica del Comune sia resa compatibile con l’istituzione del parco. A queste condizioni sarebbe favorevole alla perimetrazione definita dalla Regione Puglia. Questo mi pare un buon punto di definizione di tutta la vicenda".  "L'istituzione del Parco - prosegue il presidente della Regione - non porterà pregiudizio a nessuno, anzi, provocherà l'immediato aumento di valore di tutti gli immobili esistenti e realizzabili. Certo, se qualcuno aveva l'idea di di fare delle lottizzazioni di villette a schiera a Costa Ripagnola se lo scorda: questo non è possibile ora e non era possibile neanche prima. Ma se qualcuno invece era preoccupato che l'istituzione del parco potesse danneggiarlo dal punto di vista turistico ed economico, è vero assolutamente il contrario: cioè che la istituzione del parco farà di Polignano a Mare una cosa ancora più unica e straordinaria. Il nostro intento è di tramandare intatta la bellezza di Polignano e in parte di Monopoli, alle successive generazioni aumentando i valori immobiliari esistenti e quindi facendo l'interesse di tutti”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano al termine della conferenza di servizi istruttoria, da lui presieduta, per l’istituzione del 'Parco costiero di Polignano a Mare'".

Legambiente: "Regole ben precise per tutelare Costa Ripagnola"

"Legambiente spinge fortemente verso l’istituzione del Parco Costiero di Polignano a Mare. – commenta a proposito il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini - È infatti necessario tutelare Costa Ripagnola, un’area dall’alto valore paesaggistico e naturalistico. Ecco perché bisogna individuare regole ben precise per evitare che possano esserci gravi conseguenze sul piano ambientale. Come Legambiente abbiamo proposto alla Regione Puglia innanzitutto una classificazione formale all’interno del dettato normativo di categorie di parco “Rurale” e “Costiero”. Inoltre abbiamo ritenuto opportuno evidenziare la necessità di segnare una perimetrazione provvisoria dell’area, proposta dal Comitato Pastori della Costa, dove si ritiene necessario includere le aree della falesia costiera del centro abitato di Polignano e il tratto terminale di Lama Monachile. Infine abbiamo raccomandato la suddivisione dell’area in tre zone dall’alto valore naturalistico, paesaggistico e culturale: una con un interesse rilevante e generale, una seconda che riguarda le aree agricole e una terza per le aree urbane. Tutto questo, coinvolgendo tutti i soggetti che concorrono alla gestione del territorio, responsabili a vario titolo della tutela dell'ambiente e del patrimonio culturale, consentirà di tutelare adeguatamente uno dei tratti di costa più interessanti della Puglia adeguandolo alle normative più recenti e consolidando l’attenzione da parte di tutti".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento