Attualità

Calcio e sport per minori in difficoltà, a Bari nasce il progetto 'Costruiamo il futuro'

Il progetto del comitato Aics - Associazione Cultura e Sport di Bari, ha l’obiettivo di offrire occasioni di promozione sportiva e culturale per i giovanissimi a rischio marginalità

È stato presentato oggi, nella sala giunta di Palazzo di Città, “Costruendo Futuro”, il progetto del comitato Aics - Associazione Cultura e Sport di Bari, che ha l’obiettivo di offrire occasioni di promozione sportiva e culturale in favore dei minori in condizioni di fragilità o a rischio di marginalità, con il coinvolgimento delle famiglie. L'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico ha ringraziato l’Aics e le associazioni presenti per aver ideato e realizzato un progetto ‘di rete’, che gioca sulla collaborazione tra pubblico e privato, e che mette al centro i ragazzi e le ragazze della città, coinvolgendo due istituti scolastici, Marco Polo e De Lilla, particolarmente impegnate nel settore della formazione e nell’educazione dei più giovani.

“Desidero ricordare, tra gli altri, la comunità famiglia e Centro socio educativo diurno ‘Madre Arcucci’, un altro fiore all’occhiello del nostro sistema di welfare - ha dichiarato Bottalico -. I linguaggi alternativi quali il teatro sociale, la narrazione, la lettura, lo sport sono un necessario supporto al sistema di welfare sul quale l’amministrazione, insieme alla rete territoriale, ha investito negli anni molte risorse proprio perché crediamo e condividiamo un approccio in grado di offrire l’opportunità di esprimere talenti diversi, di preparare un percorso privilegiato per creare comunità educative che si prendano cura dei nostri ragazzi, anche per la prevenzione delle situazioni di disagio. L’assessorato al Welfare, che collabora già da tempo con le associazioni, mettendo a disposizione le proprie strutture e i propri operatori, condivide la sfida culturale che comporta l’avvio di progetti innovativi come questo. Ad esempio, con lo staff di Chiccolino, stiamo collaborando ad alcuni interventi che focalizzano l’attenzione non solo sulle vittime, ma anche sugli autori dei reati”.

“Anche per quest’anno Aics sarà presente nella città di Bari - ha spiegato Francesco Mallardi - con un progetto che coinvolge le fasce più deboli della società. Dopo il brillante successo di “Accoglienza solidale” e “Comunità inclusiva”, con il progetto “Costruendo Futuro” cercheremo di coinvolgere molti giovani che per svariati motivi sono costretti a vivere in condizioni di marginalità sociale. I ragazzi parteciperanno a laboratori sportivi e culturali in cui saranno attori, giocatori, podisti, cuochi, camerieri, ballerini, coreografi, scenografi, artisti. L’obiettivo delle nostre attività sarà  quello di cercare di far capire loro che oltre la delinquenza, l’appartenenza a un clan, lo spaccio e la galera, c’è un’altra possibilità, un’altra strada fatta di lavoro, di amicizia, di lealtà, di sorrisi, di onestà e di legalità”.

Il primo appuntamento dell’iniziativa, che coniuga sport, momenti di cultura, teatro e gastronomia, è fissato per il 12 gennaio: un allenamento presso i campi del Centro sportivo United Sly, in vista del torneo di calcio “Carnevale” al quale parteciperanno la squadra solidale Aics formata dai ragazzi del progetto e alcune realtà calcistiche locali. Tutte le informazioni utili e i contatti sono disponibili sulla pagina facebook Aics Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio e sport per minori in difficoltà, a Bari nasce il progetto 'Costruiamo il futuro'

BariToday è in caricamento