menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le date delle riaperture nel nuovo decreto Covid, Decaro: "Restrizioni da eliminare in modo graduale"

Il primo cittadino e presidente Anci, nel corso di una intervista rilasciata alla trasmissione Radio anch'io, ha poi aggiunto che "il coprifuoco resta fino alle 22"

"Nel decreto in arrivo dovrebbe esserci la nuova data anche per l'apertura all'interno" dei locali in zona gialla. Ad affermarlo è il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, in merito al nuovo provvedimento che regolerà la lotta al Covid in Italia dal prossimo 26 aprile con le prime riaperture per le attività in zona gialla.

Secondo quanto riporta Today.it  in base alla bozza, "nella zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena". Dal primo giugno, "nella zona gialla, le attività dei servizi di ristorazione sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle 5 alle 18". È consentito anche il ritorno delle attività di sport di contatto come il calcetto, così come è prevista la riapertura per spettacoli musicali e teatrali.

Decaro, nel corso di una intervista rilasciata alla trasmissione Radio anch'io ha poi aggiunto che "il coprifuoco resta fino alle 22", ricordando che è prevista per oggi pimeriggio la riunione del Consiglio dei ministri per "decidere il contenuto del decreto" relativo alle riaperture." L'idea del Governo - ha continuato - è allentare le restrizioni piano piano, come è successo l'anno scorso e tornare alla normalità nel periodo estivo quando sicuramente la curva del contagio cala in maniera naturale e contemporaneamente arriviamo alla vaccinazione di massa, se è vero che per giugno gli over 60 saranno tutti vaccinati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento