menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso il lockdown nel weekend, l'ultimo dpcm pronto per essere rivisto: ipotesi chiusure già da questo sabato

Stretta dopo l'aumento dei casi Covid. Il Comitato Tecnico Scientifico, riunitosi questa mattina, ha proposto di rafforzare anche le misure per le zone gialle, con l'obiettivo di ridurre i contatti tra le persone

E' in arrivo una nuova stretta per fronteggiare la nuova ondata di aumenti di contagi Covid che, in questi giorni, sta mettendo a dura prova gli ospedali italiani: nelle prossime ore, come spiega Today.it, dovrebbe essere rivisto il dpcm entrato in vigore lo scorso 6 marzo e contenente misure restrittive fino a inizio aprile, stringendo ulteriormente la morsa per fermare l'impennata dei casi.

Il Comitato Tecnico Scientifico, riunitosi questa mattina, ha proposto di rafforzare le misure per le zone gialle, con l'obiettivo di ridurre i contatti tra le persone, ma anche di istituire il lockdown nei weekend, un po' come avvenuto durante le Feste natalizie. I divieti, inoltre, potrebbero scattare già da sabato 13.

Tra le altre ipotesi vi è quella di istituire zone rosse locali con misure più stringenti e severe, sullo stile di Codogno 2020. L'obiettivo è quello di ridurre l'incidenza per ristabilire il tracciamento dei contatti ed evitare una diffusione incontrollata del Covid, già amplificata dalla maggiore contagiosità di alcune varianti, su tutte quella inglese. Non è stata scatata neppure la soglia dei 250 casi ogni 100mila abitanti per far scattare la zona rossa.

Oltre alle misure che peseranno direttamente sulla vita dei cittadini, il Cts chiede di velocizzare la trasmissione dei dati per evitare di fare valutazioni su dati vecchi ed estendere la campagna vaccinale a più soggetti possibili e nei tempi più brevi possibile, potenziando anche la sorveglianza sulle stesse varianti che potrebbero, in alcuni casi, indebolire l'efficacia dei sieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento