Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

Il punto di Lopalco sui vaccini in Puglia: "La campagna procede ma ancora poche le dosi di Pfizer e Moderna"

Li afferma l'assessore regionale alla Salute al termine di un incontro richiesto dalla presidente del Consiglio regionale pugliese, Loredana Capone, su richiesta dei capigruppo e alla quale ha preso parte anche il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto

"Adesso la macchina organizzativa" per le vaccinazioni anti Covid in Puglia "procede spedita, seppure con tutte le difficoltà": è quanto afferma l'assessore regionale alla Salute, Pier Luigi Lopalco, al termine di un incontro richiesto dalla presidente del Consiglio regionale pugliese, Loredana Capone, su richiesta dei capigruppo e alla quale ha preso parte anche il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto.

Il confronto ha segnato l'avvio di una serie di incontri settimanali con la cabina di regia tecnica regionale per acquisire informazioni su eventuali evoluzioni o aggiornamenti del piano vaccinale e farsi portavoce dei bisogni dei diversi territori. 

Lopalco ha spiegato che a causa della carenza di dosi di vaccino anti covid la Regione ha "dovuto rivedere programmi e strategie all'ultimo minuto". "Con la cabina di regia abbiamo fatto riunioni anche a mezzanotte per garantire la massima efficienza - sottolinea l'assessore ed è possibile che in questa corsa la comunicazione, soprattutto quella ai cittadini, non abbia seguito il passo dell'impegno. Astrazeneca - ha ricordato l'epidemiologo - avrebbe dovuto accelerare le vaccinazioni ma il fermo dell'Ema e tutta la comunicazione sugli effetti collaterali ha creato un collo di bottiglia e quando la situazione si è sbloccata le prenotazioni erano dimezzate. Ecco perchè è importante che tutta l'Istituzione oggi sia compatta. Non possiamo permetterci di buttare acqua sulla barca, piuttosto, dobbiamo provare a remare tutti nella stessa direzione, ciascuno nel proprio ruolo".

L'assessor ha ribatico come i vaccini a mRNA (Pfizer e Moderna) che arrivano siano "ancora pochi: di Pfizer, per esempio, 100mila a settimana e la metà per questa settimana è già impegnata per le seconde dosi - prosegue - oggi abbiamo una copertura degli ultra80enni che è pari al 76% e siamo sulle 25 mila dosi giornaliere complessive. È di 20.777 dosi il target fissato dal commissario Figliuolo, noi adesso stiamo riuscendo a farne di più  perche' abbiamo ancora quel tesoretto di Astrazeneca, che comunque ci assicura un flusso continuo di vaccinazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il punto di Lopalco sui vaccini in Puglia: "La campagna procede ma ancora poche le dosi di Pfizer e Moderna"

BariToday è in caricamento