menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Puglia in arancione da lunedì, manca solo l'ufficialità: stop ai ristoranti aperti a pranzo e agli spostamenti tra i comuni

I negozi, in virtù delle ordinanze comunali, chiuderanno alle 19 ma il coprifuoco resterà comunque dalle 22 alle 5 del mattino seguente, salvo differenti disposizioni nazionali

Salvo improbabili sorprese, la Puglia abbandonerà la zona gialla con minori restrizioni anti Covid per tornare, dopo 3 settimane, nell'arancione a partire da lunedì 15 marzo: è quanto sancirà, dopo aver visionato il report settimanale, l'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. Il cambio di zona, come spiega Today.it, arriva dopo gli ultimi giorni in cui Regione e Comune hanno operato ulteriori strette ai danni di commercio, ristorazione e libero stazionamento in piazze e parchi, per arginare il rialzo dei contagi.

La zona arancione, in ogni caso, spegnerà d'ufficio i ristoranti a pranzo e i musei nei giorni feriali. Resterà attivo l'asporto (fino alle 18) e il domicilio a tutte le ore. I negozi, in virtù delle ordinanze comunali, chiuderanno alle 19 ma il coprifuoco resterà comunque dalle 22 alle 5 del mattino seguente, salvo differenti disposizioni nazionali. Stop anche alla circolazione al di fuori del proprio comune, tranne che per motivi di necessità. 

La 'retrocessione' della Puglia arriva in un quadro di generale peggioramento del Paese: solo quattro dovrebbero essere le regioni in zona gialla (Valle d'Aosta, Sicilia e forse Calabria) e una in bianca (la Sardegna). Ben 16 i territori, invece, in probabile zona rossa con Liguria e, appunto, Puglia, in arancione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento