menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calano i contagi e il tasso settimanale Covid nella città di Bari. Salgono a 26 i comuni in 'zona critica'

I dati del report settimanale dell'Asl Bari: nel capoluogo dal 22 al 28 marzo sono stati registrati 1507 casi pari a un tasso di 478 per 100mila abitanti in 7 giorni

Cala leggermente il tasso di incidenza settimanale dei contagi Covid a Bari e in provincia ma la situazione resta decisamente complicata: è quanto si può rilevare dal report dell'Asl barese diffuso oggi, con il monitoraggio dell'epidemia dal 22 al 28 marzo. Complessivamente sono stati individuati 4552 nuovi contagi e un tasso per 100mila abitanti ancora elevato e pari a 370. La settimana precedente il valore era di 372,3.

Sono 26 i comuni oltre la soglia di 250 nuovi casi per 100mila abitanti, due in più rispetto al precedente report. Il centro più colpito di questa settimana è Gravina in Puglia con 283 casi pari a un tasso di 659,4, seguita da Valenzano (96 casi pari a un valore di 550,4), Ruvo (131 pari a 525,7) e Santeramo (anche qui 131 casi ma con un tasso di 505,3).

A Bari, invece, sono stati registrati 1507 casi pari a un tasso settimanale di 478 per 100mila abitanti: si tratta di un valore in calo rispetto ai sette giorni precedenti quando si era raggiunto un picco di 1601 casi e un'incidenza di 507,8. A grandi linee si può dire che solo nelle ultime due settimane di questa pandemia circa 1 barese su 100 ha contratto il Covid. Gli altri comuni oltre la soglia critica sono Acquaviva, Adelfia, Alberobello, Altamura, Bitonto, Bitritto, Capurso, Casamassima, Cassano, Cellamare, Corato, Giovinazzo, Grumo, Locorotondo, Modugno, Palo, Rutigliano, Sammichele, Terlizzi, Triggiano e Turi.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, è stata superata ampiamente la soglia delle 200mila somministrazioni. Per l’esattezza, al 1° aprile, nei centri vaccinali del territorio della Asl Bari sono state inoculate 212.992 dosi, di cui 144.866 prime dosi e 68.126 seconde, che corrispondono ad un ciclo completo di immunizzazione: "In considerazione della delicata fase pandemica che stiamo attraversando - spiega l'Asl -, invitiamo i cittadini a rispettare con maggiore attenzione le regole anti-contagio e ad evitare assembramenti in luoghi pubblici e privati. Comportamenti rigorosi che vanno rafforzati ulteriormente durante le festività pasquali, evitando assolutamente spostamenti non necessari, visite di cortesia e scambi di auguri in presenza: tutte incombenze che possono essere svolte tranquillamente a distanza, restando a casa e nella massima sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento