menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Code e assembramenti, mattinata di caos all'hub vaccini in Fiera: "Accalcati per un'ora in attesa di entrare"

Numerose segnalazioni dei cittadini, giunti anche dalla provincia per ricevere la dose del siero anti Covid nello Spazio 7 del quartiere fieristico: "Troppa gente ammassata e poca organizzazione"

Accalcati all'esterno dello Spazio 7 della Fiera del Levante, in attesa di entrare e ricevere il vaccino anti Covid. Disabili, anziani con stampelle, diabetici e altre persone appartenenti a categorie fragili, in piedi e sotto il sole per oltre un'ora e mezza aspettando il proprio turno: una vera e propria mattinata di disagi per centinaia di vaccinandi e accompagnatori provenienti da Bari e molti centri della provincia, risoltasi attorno alle 10.30 con una maggiore fluidità di accesso all'hub dove i cittadini hanno potuto aspettare seduti e con calma il tanto atteso momento dell'inoculazione del vaccino. Prima, dalle 8, un serpentone di gente assembrata fuori dal padiglione allestito di fatto come principale hub del Barese, come segnalato anche sui social con foto e video. 

In tanti hanno protestato denunciando una cattiva organizzazione e raccontando la loro esperienza: "C'era una lunga fila - spiega a BariToday in signore proveniente da Cassano - con persone accalcate a 20 cm l'una dall'altra. Un assembramento impressionante.  Spero che nessuno di noi si sia ammalato. Sarebbe bastato creare un sistema numerico di prenotazione e accesso per evitare queste scene". 

In molti sono giunti proprio dalla provincia convocati in Fiera: "Eravamo in coda - racconta un gruppo di persone provenienti da Rutigliano - ma poi sono arrivate anche numerose associazioni con disabili e altri fragili. Abbiamo inizialmente chiamato la Polizia, poi i vigili urbani. Successivamente sono riusciti a smaltire la fila regolando l'accesso, ma prima è stata un'ora e mezza di assembramento puro". 

Tra le varie lamentele dei cittadini vi è proprio l'aver convogliato tante, forse troppe, categorie prioritarie in un unico luogo, sommatesi anche agli anziani ultra 80enni in attesa della seconda dose: "Non c'è una buona organizzazione - lamenta un altro gruppo proveniente da Mola - . Siamo spaventati all'idea di venire una seconda volta e trovare tutto questo casino". E qualcun altro avrebbe preferito aspettare ancora: "A cosa è servito far venire tutta questa gente in un unico posto? Tra qualche giorno saranno attivi altri centri vaccinali in provincia, tanto vale attendere un altro po' e non rischiare di prendersi il Covid in questo modo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento