Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Bari che non va in vacanza, test antiCovid e ronde per l'emergenza caldo: la Croce Rossa in campo per i cittadini

“L’attività va avanti a 360 gradi col calendario di distribuzione dei pacchi alimentari per le famiglie – spiega il responsabile comunicazione regionale, Giorgio Gammarota – anche col monitoraggio del territorio cittadino"

Tamponi, servizi sanitari, distribuzione dei pacchi con alimenti alle famiglie bisognose, monitoraggio delle zone della città per gli interventi più urgenti. La Croce Rossa non fa mancare il proprio supporto nelle settimane più calde d’agosto. Il presidio più visibile, e il più richiesto, è quello degli stand allestiti all’interno della stazione centrale per i test rapidi antiCovid gratuiti. Un servizio attivo tutti dalle 11 alle 17 in grado di processare 300 tamponi al giorno. Sarà il comitato nazionale dell’organizzazione a disporre la conferma del servizio nei giorni del 14 e del 15 agosto, quello cittadino comunicherà di conseguenza.

“I costi – è spiegato sul sito web dell’organizzazione- sono sostenuti grazie al contributo della Commissione Europea (direzione generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei (Austria, Germania, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) effettuate dalle rispettive società nazionali della Croce Rossa”.

“L’attività va avanti a 360 gradi col calendario di distribuzione dei pacchi alimentari per le famiglie – spiega il responsabile comunicazione del comitato regionale, Giorgio Gammarota – anche col monitoraggio del territorio cittadino. Dai 10 ai 50 operatori appiedati attraversano prestabilite zone per segnalare eventuali interventi necessari, soprattutto in queste ore di emergenza caldo. Per lo stesso motivo siamo impegnati in una campagna comunicativa con indicazioni utili a mettere al riparo dagli effetti delle alte temperature.”. Cinque operatori per la preparazione e una decina per la distribuzione sono invece impegnati ogni al giorno per l’attività di distribuzione calendarizzata dei cosiddetti pacchi viveri. Una squadra  invece dedicata sul fronte sanitario, proprio per gli interventi dovuti all’emergenza caldo, nella quale “tutti gli operatori – sottolinea ancora Gammarota – potrebbero essere utilizzati all’occorrenza a prescindere dall’area di pertinenza vista la loro alta preparazione”.

A disposizione ci sono anche i servizi ad hoc con ambulanze e operatori sanitari messi a disposizione per singoli appuntamenti pubblici aperti alla cittadinanza. Sui canali social la Croce Rossa ha comunque lanciato diversi appelli per il reclutamento di nuovi volontari divulgando, anche per chi avesse bisogno di auto, il numero verde 800065510. “Come comitato regionale – aggiunge il responsabile comunicazione -  siamo sempre pronti a intervenire in caso di sbarchi di migranti sulle nostre coste. ‘è sempre bisogno di assistenza sanitaria in favore soprattutto di donne e bambini. Gli sbarchi in questo periodo, coordinati o spontanei, sono quotidiani su tutta la costa pugliese, con numeri che vanno dalle 30 alle 90 persone. Il nostro impegno e supporto quotidiano non manca”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari che non va in vacanza, test antiCovid e ronde per l'emergenza caldo: la Croce Rossa in campo per i cittadini

BariToday è in caricamento