rotate-mobile
Attualità

Stop al ddl Zan, anche Bari scende in piazza dopo il 'no' al Senato: "Le nostre vite non devono essere invisibili"

La protesta in piazza Umberto: "L'obiettivo, spiegano gli organizzatori, è "esprimere a gran voce" il "dissenso in merito all'affossamento del disegno contro l'omolesbobitransfobia, la misoginia e l'abilismo"

Bari scende in piazza dopo lo stop al ddl Zan contro omolesbobitransfobia, discriminazioni di genere e contro i disabili dopo la votazione di mercoledì scorso in Senato che ha rispedito il provvedimento nelle Commissioni dove non potrà essere discusso prima di 6 mesi. Manifestazioni analoghe si sono svolte ieri in numerose piazze italiane, come Roma e Milano, e proseguiranno anche nella giornata di oggi.

Per domani pomeriggio, in piazza Umberto alle 16.30, il coordinamento Bari Pride ha organizzato un sit-in di protesta. L'obiettivo, spiegano gli organizzatori, è "esprimere a gran voce" il "dissenso in merito all'affossamento del disegno di legge Zan contro l'omolesbobitransfobia, la misoginia e l'abilismo" definendosi stanchi "delle briciole, di sentirci dire cosa è meglio per noi e cosa possiamo volere" e di "chi, dagli scranni delle aule parlamentari, esulta poi come fosse allo stadio quando riesce ancora una volta ad invisibilizzare i nostri corpi e le nostre vite".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al ddl Zan, anche Bari scende in piazza dopo il 'no' al Senato: "Le nostre vite non devono essere invisibili"

BariToday è in caricamento