rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Attualità

'Caro bollette', Decaro: "Senza aiuto del Governo, Comuni costretti a tagli dei servizi pubblici"

Il presidente dell'Anci, in una dichiarazione congiunta con il presidente dell'Upi, Michele De Pascale, chiede un intervento dell'Esecutivo: "È necessario uno stanziamento straordinario di 350 milioni di euro per compensare l'impennata delle nostre spese energetiche"

"È necessario uno stanziamento straordinario di almeno ulteriori 350 milioni di euro per compensare l'impennata delle nostre spese energetiche, altrimenti i sindaci saranno costretti a tagli dolorosi dei servizi pubblici a tutto danno dei cittadini, in vista di un autunno che già si prospetta molto difficile e preoccupante". Con queste parole, riportate dall'Ansa, il presidente dell'Anci, Antonio Decaroe il presidente dell'Upi, Michele De Pascale, sono tornati a premere per un intervento urgente che fermi il rincaro dei prezzi dell'energia.

"Famiglie e imprese stanno già soffrendo le conseguenze del continuo aumento dei costi dell'energia - hanno affermato in una dichiarazione congiunta Decaro e De Pascale - e sappiamo che il governo sta mettendo a punto provvedimenti urgenti. È indispensabile che fra questi sia compresa una misura di sostegno per i Comuni e le Province, in assenza della quale i bilanci degli enti locali sono destinati a saltare".

Secondo alcune fonti di Governo, l'intervento dell'Esecutivo contro il 'caro energia' non sarà compreso nel decreto legge 'aiuti bis', ora all'esame delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, ma in un altro provvedimento, distinto ed autonomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Caro bollette', Decaro: "Senza aiuto del Governo, Comuni costretti a tagli dei servizi pubblici"

BariToday è in caricamento