Attualità

A Bari la cerimonia in memoria di Aldo Moro, Decaro ricorda anche Impastato: "Da loro dobbiamo imparare a non arrenderci"

Per il 43esimo anniversario dell'omicidio dello statista pugliese, assassinato dalle Br, il sindaco ha deposto una corona di fiori davanti al monumento a lui dedicato. Il primo cittadino ha ricordato anche il giornalista siciliano ucciso dalla mafia, morto nello stesso giorno

Una corona di fiori deposta davanti al monumento che ricorda Aldo Moro, nella piazza che porta il suo nome. Così Bari ricorda oggi lo statista pugliese ucciso dalle Brigate rosse, nel 43esimo anniversario dell'omicidio.

"Oggi Bari ricorda Aldo Moro, uomo delle istituzioni barbaramente ucciso dalle Brigate Rosse - ha detto il sindaco Decaro pubblicando sui social una foto della cerimonia  - Da quella stagione buia e violenta, in cui si usarono le ideologie e la politica per ammazzare e terrorizzare un Paese, l’Italia ne seppe uscire con grande forza di spirito e unità. Ne uscimmo insieme: cittadini, istituzioni, sindacati, associazioni, partiti politici, tutti uniti nella stessa battaglia di libertà e di democrazia". 

Il primo cittadino ha voluto anche ricordare Peppino Impastato, il giornalista e attivista siciliano ucciso per mano mafiosa nella sua Cinisi, in provincia di Palermo, nello stesso giorno di Moro. "Due uomini, due meridionali - ha detto il sindaco - che non si sono arresi, fino a pagare con la propria vita il prezzo della loro battaglie istituzionali e di legalità. A loro dobbiamo un pezzo importante anche della nostra storia e della nostra terra e da loro dobbiamo imparare a non arrenderci, anche quando tutto intorno sembra dirci il contrario".

Sempre oggi l’amministrazione comunale ha organizzato la deposizione di una corona di fiori anche sotto la targa affissa a Palazzo di città che ricorda lo statista pugliese e gli uomini della sua scorta e sotto il toponimo di via Caduti di Via Fani. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bari la cerimonia in memoria di Aldo Moro, Decaro ricorda anche Impastato: "Da loro dobbiamo imparare a non arrenderci"

BariToday è in caricamento