rotate-mobile
Attualità

Decaro difende la premier finlandese Marin e si 'autodenuncia' cantante: "Basta moralismi, giudicateci come amministratori"

Il sindaco di Bari esprime solidarietà a Sanna Marin, la prima ministra finlandese al centro di polemiche per alcuni video in cui balla con amici: "Sindaci e premier hanno diritto di godersi le proprie passioni, io continuerò a cantare fra la gente"

"Si può essere sindaci, ministri, premier, amministratori, ma siamo prima di tutto donne e uomini che hanno il diritto di godersi le proprie passioni. Qualcuno balla, qualcuno va a teatro, qualcuno fa trekking e qualcuno, come me in questo video, preferisce cantare (male) tra la gente". Con queste parole, affidate ad un post sulla sua pagina facebook, il sindaco di Bari, Antonio Decaro ha espresso solidarietà nei confronti della premier Finlandese Sanna Marin, finita nell'occhio del ciclone mediatico a causa di alcuni video pubblicati sul web che la vedevano impegnata in un party privato.

Il sindaco del capoluogo pugliese, si "autodenuncia" per la sua passione per il canto e pubblica un video in cui si esibisce in una originale versione del brano 'Je so pazzo' del cantautore napoletano Pino Daniele. "Confesso di aver cantato, in luoghi, modi e situazioni improponibili e di aver rivisto con fierezza le testimonianze filmate di tali imbarazzanti esibizioni che sono state pubblicate - scrive Decaro - Devo essere giudicato per questo? Devo vergognarmi del fatto che nel tempo libero faccio il karaoke con gli amici? Devo provare pudore per qualche momento di relax, magari dopo una lunga giornata di lavoro? Non credo. Così come non credo che Sanna Marin, ex vicepresidente del suo partito, ex ministra, ora premier, debba essere giudicata per come balla durante una serata tra amici".

Ecco il video della performance canora pubblicato dal sindaco

"Quindi, mi autodenuncio - continua con tono sarcastico il sindaco - ma vi avverto (è una minaccia) che continuerò a cantare. Sotto la doccia, in auto con le mie figlie e quando me lo chiederanno, anche alle manifestazioni dei tifosi e sul palco della festa del mio quartiere. Così come Sanna Marin, ne sono certo, continuerà a ballare con gli amici, spensierata, in una sera d'estate qualunque. Con buona pace dei moralisti della domenica, finlandesi o baresi che siano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decaro difende la premier finlandese Marin e si 'autodenuncia' cantante: "Basta moralismi, giudicateci come amministratori"

BariToday è in caricamento